“Il Sentiero del Gigante”, l’Irlanda in fiamme diventa romanzo | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany
blog words
Il blog di Francesco Colonna
Voltagabbana

“Il Sentiero del Gigante”, l’Irlanda in fiamme diventa romanzo

il sentiero del gigante

Firenze – Sarà una delle presenze più innovative e stimolanti di “Firenze Libro Aperto”, la prima kermesse libraria della città di Firenze. Una presenza stimolante perché Giulia Caruso, scrittrice e giornalista, formatasi professionalmente a Firenze, “emigrata” a Belfast sulla scia di quella fuga di cervelli che  l’Italia continua a subire, presenta un libro d’esordio non solo particolare, ben congegnato, narrato con uno stile secco e nervoso, da vera cronista di razza, che tuttavia non esclude improvvise e avvolgenti suggestioni liriche e richiami letterari, ma anche perché la storia di cui parla è bollente, riattualizzata, assolutamente appassionante.

Il segreto? Oltre alla preparazione maniacale dell’autrice, che ha indagato, per costruire il romanzo, non solo nei documenti dell’epoca (la storia è una sorta di “ritorno” fra il politico e l’investigativo, del protagonista, un reporter di nome Marcos, italiano, a Belfast, nei luoghi che videro svolgersi la tragedia familiare che ha coinvolto il fratello maggiore nell’epoca eroica di Bobby Sands, dei carceri di massima sicurezza per i patrioti irlandesi, della repressione inglese, dell’oscuro mondo delle spie) ma anche “de visu” visitando i luoghi e parlando con i testimoni di un’epoca che infiammò non solo la verde Erin, ma l’Europa intera.

Un amore per l’Irlanda e il suo indomito popolo che, se l’ha portata a vivere a Belfast e a condividerne le sorti, è riuscito a infondere nelle sue pagine tutta l’atmosfera e il carattere dell’isola: dell’isola e di un periodo che ancora getta ombre e luci sulla storia contemporanea della città. E sui suoi abitanti. Per quanto riguarda il romanzo, è difficilmente catalogabile in un genere, perché potrebbe essere definito, allo stesso momento, come spy stories, ma anche giallo, noir, e romanzo di formazione. Un “ritorno” dell’anima, quello di Marcos, che è anche un primo viaggio verso una verità che lo sconvolge (e ci sconvolge) e che armerà la sua mano. Al di là del bene e del male.

Ancora due parole sull’oscuro co-protagonista, forse il vero protagonista, colui che mette in moto l’azione, del libro. Skateknife non è un personaggio di pura fantasia. Si tratta di un italiano, arruolato nell’Ira e poi nei servizi segreti inglesi, l’M16. Una storia oscura e controversa, che è in realtà il vero tessuto originario in cui si incardina il narrato. Inquietante come i fatti storici su cui si erge questo superbo romanzo.

L’autrice presenterà “Il Sentiero del Gigante” sabato 18 febbraio, alle 18, nell’ambito di “Firenze Libro Aperto”, a Firenze, Fortezza da Basso, Spazio conferenza “Caffè letterario 02″, Padiglione Spadolini.

Il libro di Giulia Caruso, Il Sentiero del GigantePorto Seguro Editore, è reperibile su Amazon e nelle librerie Ibs, oltre che sul sito della casa editrice, .www.portoseguroeditore.it

 

 

Print Friendly

Translate »