Gizem e Dina: la forza liberatrice della danza | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Gizem e Dina: la forza liberatrice della danza

sulukule

Firenze - La danza che unisce e che invita alla libertà. Al Festival Middle East Now che si è chiuso ieri a Firenze è andato sullo schermo del Cinema della Compagnia un cortometraggio che racconta la storia di Gizem e Dina, due ragazze di Sulukule, un distretto di Istanbul che sta per essere demolito. Alternando Hi Hop, danze tradizionali, ballo acrobatico le due ragazze lanciano un messaggio alla gente del quartiere per combattere la discriminazione contro le donne, gli arabi e i rom.

La regista Azra Deniz Okyay le segue mentre ballano per le strade e in cima alle antiche mura della città con una torcia sollevata trionfalmente che emana fumo colorato. E’ il modo con cui esse invitano i loro concittadini a non lasciarsi intrappolare nelle parole d’ordine e negli inganni di chi prospera sugli odi e le frustrazioni del popolo per mantenere il potere.

Titolo del corto Sulukule Mon Amour: la vera salvezza alla fine arriva dalla danza.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »