Shopping e commessi, sembra facile… | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Shopping e commessi, sembra facile…

commessi

Tipi di commessi:

L’INESISTENTE: il commesso inesistente si aggira soprattutto nelle grandi catene come l’OVS, Mediaworld o H&M, serve in poche parole a ripiegare le magliette, mettere i vari prezzi, lavare il pavimento e a non essere utile:

“buongiorno cercavo un paio di Jeans…”

“chieda al mio collega”

Certo perchè tu non lavori in questo posto eh? Magari il tuo collega ha una vita e sta a fare altro, e quando è malato cosa fai? Ti nascondi?

IL MEGALOMANE: un normale dialogo con un commesso megalomane:

“buongiorno sto cercando una maglietta senza maniche e comoda”

“le piace la mia? Le starebbe da dio, vede come mi fascia i fianchi?”

“sì ma la sua è a maniche lunghe e di pizz..”

“sì ma (mi) sta benissimo, ed è super comoda”

“ma veramente sembra che lei stia in perenne apnea…”

“ma cosa dice io sto benissimo e questa maglia è il top e mi sta da dio”

LA COZZA: ti fa semplicemente voglia di essere un lebbroso del 1200

“buongior…”

“ciao, come stai? Si, sì qui tutto fatto a mano, 100% cotone… Lei cosa cercava? Questo le starebbe benissimo! Che fisico, vorrei averlo io! Una ragazza così giovane merita solo il meglio. Senta questo profumo buonissimo, aspetti che glielo spruzzo proprio dentro agli occhi così mentre non vede glielo spruzzo addosso ed è costretto a farsi una doccia…”

“SI OKAY CIAO MA IO ME NE VADO”

LA MODELLA MANCATA: appena entri la noti e ti senti in colpa per il bombolone alla nutella appena mangiato. Se sei un uomo esci dal negozio con tutta la roba possibile e immaginabile…

GEMELLA MANCATA: faranno i leccapiedi e basta

“Si si guardi anche io ho lo stesso problema di cosce, anche a me le magliette stanno così…”

“scusi ma chi l’ha interpellata?”

“si si anche io ho il piede piccolo…”

“ma se ha una testa di vacca al posto dei piedi!”

IL DEPRESSO: ti fa venire voglia di tagliarti le vene

“si devo pagare questi?”

“sono 23,60€” sospiro depresso

“si ok…”

“ora mi scusi ma mio padre è morto e vado al suo funerale”

“okok, mi dispiace”

“lo sa che mi sono tatuato il nome della mia ragazza e ho scoperto il giorno dopo che lei mi tradiva?”

“azz… che sfiga”

“lo sa che mia nonna è vegana?”

“se vuole può usare la mia”

“ora vado a tagliarmi le vene”

IL FILOSOFO: piccolo riassunto: entri alla 15.30 in un negozio ed esci alle 9.00 di mattina senza aver comprato niente super confuso.

“dove trovo i cellulari?”

“non trova che siamo tutti attaccati al cellulare di questi tempi? Questi giovani non si guardano neache più… è molto triste… mi ricorda che la seconda guerra mondiale quando i bambini si divertivano con del semplice legno…secondo lei chi ha creato l’universo, o meglio, cosa ha creato l’universo? Sa che hanno scoperto che l’attentano alle Torri Gemelle era una bufala?”

“io non capire itagliano”

 

 

 

 

Print Friendly

Translate »