Always, Jon Bon Jovi (1994) | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany
blog words
Il blog di Francesco Colonna
Voltagabbana

Always, Jon Bon Jovi (1994)

always

Singolare il destino di Always una delle più belle dichiarazioni d’amore della storia del rock. Composta da Jon Bon Jovi su richiesta della produzione del  film Triplo Gioco , un poliziesco britannico diretto da Peter Medack, la ballata fu ritirata dal gruppo che non apprezzò la pellicola che peraltro non ebbe alcun successo.

L’unica traccia della sua originaria destinazione è rimasta nel verso “Romeo is Bleeding”, Romeo sanguina, che è il titolo inglese del film. Il brano rimase così sospeso in un limbo fino a che qualcuno suggerì a Jon di inserirlo come inedito nel primo Greatest Hits del gruppo Cross Roads. L’idea fu talmente buona che Always non  solo ne divenne il singolo di lancio, ma è di gran lunga il maggior successo del gruppo americano formatosi a Chicago, uno dei maggiori fenomeni del rock a cavallo fra gli anni ’80 e ’90.

La formula vincente di Jon Bon Jovi (il nome vero è tutto attaccato, Bongiovi, perché è figlio di un immigrato italiano),  oltre alle sue capacità canore che arrivano alla massima espressione proprio in Always, sta in una miscela fra rock energico con tendenze metal e vena melodica. Un po’ come Vasco Rossi, facendo tutte le eccezioni proprie dei paragoni un tanto al chilo. Eppure si sente in tante sue canzoni un’eco “italiana” più gridata, ma inequivocabile.

L’esplosione dei sentimenti di un uomo innamorato abbandonato dall’amata è raccontata in un testo tutt0altro che banale, dalle espressioni forti e coinvolgenti: “non c’è fortuna in questi dadi truccati ma se mi dai solo un’altra possibilità possiamo impacchettare i nostri vecchi sogni e le nostre vecchie vite troveremo un posto dove il sole splende ancora”.

 

 

Print Friendly

Translate »