Crazy, Aerosmith (1993) | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Crazy, Aerosmith (1993)

Aerosmith-Crazy

Matti, matti: fa impazzire l’esclusione degli Azzurri dalla Coppa del Mondo. E’ come se si fosse invitati al matrimonio del Principe di Galles, ma all’ultimo momento ci si accorge che il passaporto è scaduto. “Mi dispiace signore, ma lei non si può imbarcare”. O se si debba andare alla cerimonia degli Oscar, peccato che il tassista è ubriaco e ti fa finire dentro una scarpata con relativo pronto soccorso. Oppure ti ha invitato a cena Jennifer Lopez, ma tu hai smarrito il numero di telefono e l’indirizzo. Oppure, oppure. Sta di fatto che in Russia ci vanno i vichinghi e i romani restano a casa. C’è da impazzire.

Succede anche al povero Steven Tyler e agli Aerosmith impelagati in una storia d’amore un po’ turbolenta: Divento pazzo, pazzo, piccola, impazzisco – Tu l’ accendi - Poi te ne vai -Tu mi fai impazzire, impazzire, impazzire per te piccola - Cosa posso fare, dolcezza - Mi sento come il colore blu.  Noi ci sentiamo come il colore azzurro che non apparirà nelle televisioni di tutto il mondo.

Crazy scritta da Tyler, dal chitarrista Joe Perry  e dal produttore e songwriter  Desmond Child è una delle hit di uno degli album più fortunati della band hard rock (con atmosfere Blues) del New Hampshire, Get A Grip insieme a Livin’ On the Edge, Cryin’ e Amazing. Queste ballate “sono degli esempi quasi inarrivabili del sound sporco e coinvolgente degli Aerosmith, esecuzioni furbe ed emozionanti il giusto. Forse il punto più alto di una carriera ventennale”, scrive il Dizionario del Pop Rock.

Anche il video ufficiale della canzone diretto da Marty Callner è entrato nella storia del genere come uno dei più richiesti su Mtv. Al video partecipano l’attrice Alicia Silverstone e, alla sua prima apparizione nel mondo dello spettacolo, Liv la figlia di Steven.

 

 

Print Friendly

Translate »