Anello di Casole d’Elsa e Monteguidi | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Anello di Casole d’Elsa e Monteguidi

CASOLE D ELSA

Le colline della Valdelsa ci offrono molte possibilità di fare piacevoli escursioni tra piccoli borghi e sentieri inconsueti, sui crinali e sulle strade bianche.

Domenica 30 luglio Trekking Italia Toscana propone un anello intorno a Casole d’Elsa, di livello medio, 5/6 ore di cammino e 18 km di lunghezza, con un dislivello di 600 metri in salita e in discesa.

Casole d’Elsa è un bel borgo medievale che si trova in posizione dominante su una collina a 417 metri d’altezza e conserva il caratteristico aspetto con le piccole strade che offrono scorci affascinanti.

Il paese risale all’XI secolo quando Volterra fondò un castello nel luogo dell’attuale paese. Questo castello fu ingrandito con il passare degli anni e divenne possesso senese nel XIII secolo. Il borgo di Casole era posizionato in prossimità del confine tra Siena e Firenze e per meglio difenderlo la Repubblica di Siena a più riprese ne rafforzò le fortificazioni.

Il percorso parte dal parcheggio in località Merlo, situato fuori dal paese, e segue la strada comunale vecchia verso Volterra. Alla fine della discesa una svolta a sinistra ci porta su una strada asfaltata con l’indicazione del sentiero n. 3 della rete escursionistica locale. La strada diventa poi sterrata e inizia a scendere nella valle del Sellate con bei panorami su Volterra e sulle colline pisane. Seguendo ancora i segni bianco/rossi, si passa il ponte sul Sellate per poi deviare a sinistra per costeggiarlo e poi riattraversarlo dopo Casa Molinaccio. Da qui si inizia a salire sempre su una strada bianca ben segnata, e, arrivati a Casa Cetinaglia, si entra in una campestre in salita. Si prosegue fino a Casa Erta, e poi si rientra nella strada bianca verso sinistra. Al primo tornante in salita entriamo nel campo a destra dove un ripido sentiero ci porta a Monteguidi, antico castello degli Aldobrandeschi poi passato alla Repubblica di Siena nel XIII sec. Attraversiamo il paese, non mancando di visitare la chiesa di Sant’Andrea e Lorenzo, e usciamo dalla porta sul lato opposto, dirigendoci a sinistra verso il cimitero. Poco prima di questo deviamo ancora a sinistra ritornando verso Casa Erta. Ripercorriamo il vecchio sentiero passando ancora accanto a Casa Cetinaglia e, poco prima di arrivare al ponte sul Sellate, seguendo ancora le indicazioni del sentiero n. 3, deviamo a destra per la strada campestre in discesa che, con alcuni saliscendi costeggia il torrente e ci porta fino a Casa Fontemora. Da qui si prosegue verso la strada asfaltata che prendiamo verso destra. Si sale e, poco oltre Casa Fontegaia, deviamo a sinistra su una campestre in salita che, in breve, ci riporta alla strada asfaltata per Casole.Casole03_Tiziano-medcom764

A Casole non possiamo non fare una visita approfondita del paese. Sono da vedere la Rocca Senese, il Palazzo Pretorio, la Collegiata di Santa Maria Assunta, il Convento dei Servi di Santa Maria e, al cimitero, la piccola e singolare chiesa di San Niccolò. La Collegiata, edificata nel XII secolo in stile romanico-gotico, è un edificio ad una navata che custodisce numerose opere d’arte tra queste il Cenotafio di Beltramo Aringhieri, opera gotica del XIV secolo di Marco Romano, alcuni dipinti, affreschi e terrecotte. Sotto la Collegiata sono i visibili i resti della preesistente chiesa romanica.

Coloro che desiderano partecipare all’escursione devono telefonare alla sede di Trekking Italia di Firenze ai numeri 055-2341040 o 055-2340998 nei giorni: da martedì a venerdì ore 10,00 – 13,00; martedì, giovedì e venerdì anche in orario pomeridiano ore 16,00 – 18,30. Per partecipare ai trek organizzati è necessaria l’iscrizione all’Associazione; la quota associativa è di € 20.

Print Friendly

Translate »