Arte racchiusa nelle note di un profumo, “Invisible” | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany
blog words
Il blog di Francesco Colonna
Voltagabbana

Arte racchiusa nelle note di un profumo, “Invisible” STAMP - Azienda

Invisible The Perfume - Photo Kirsten Hills

Firenze – C’è un nuovo modo per sostenere l’arte ed è tutta racchiusa nelle note di un profumo. Come su uno spartito musicale le note di violetta introducono la preziosità dell’indiano Osmanthus, oggi particolarmente ricercato nelle profumazioni, per concludersi con un sorprendente sentore di tabacco biondo.

E’ la formula elaborata dal maestro profumiere Sileno Cheloni di Acquaflor per “Invisible” una nuova fragranza creata appositamente per  AWA, l’Advancing Women Artists Foundation e dedicata a tutte le artiste che dal Rinascimento al XX secolo hanno espresso il loro genio creativo a Firenze e i cui proventi della vendita andranno a sostenere l’attività di ricerca, restauro e divulgazione in cui da dieci anni è impegnata la fondazione. Una sontuosa confezione conserva la preziosa bottiglietta di profumo e sulla confezione uno stupendo  disegno di Artemisia Gentileschi per una limited edition di soli 1000 esemplari.

E’ stata la stessa fondatrice e presidente dell’Advancing Women Artists Foundation Jane Fortune a volere fortemente la creazione di “Invisible” un profumo dedicato a tutte quelle donne artiste per secoli dimenticate,  e che da dieci anni, dopo aver scoperto per caso il lavoro della monaca cinquecentesca Plautilla Nelli sono state da impulso per una vera e propria mission: la ricerca di questi tesori artistici nascosti, provvedere al loro restauro e riportarli all’originaria identità.

Firenze poi è un vero e proprio scrigno di questi tesori, oltre 2.000 le opere censite create da mani femminili, opere che aspettano solo di essere riscoperte e fatte conoscere dal mondo,  come afferma Jane Fortune, la via maestra per onorare le artiste del passato è “riscoprirle per ridar loro la fama che ebbero in vita, restaurarne le opere per svelarne l’originaria verità, esporle per rispondere a ciò che l’arte richiede: essere condivisa.” . diventata un profumo.

Nell’esclusiva ed emozionante sede-laboratorio di Aquaflor in via Santa Croce, 6 a Firenze il profumo è stato presentato  alla presenza dell’Assessore delle Pari Opportunità Sara Funaro, di Linda Falcone, direttrice di AWA, di Cristina Gnoni, storica dell’arte rappresentante del Polo Museale Regionale della Toscana, e della restauratrice fiorentina Rossella Lari, il maestro profumiere di Aquaflor Sileno Cheloni condivise “Invisible” attraverso una performance olfattiva con una cerimonia di “affumigazione”.

 

Foto: Invisible The Perfume – Photo Kirsten Hills

 

Print Friendly


Translate »