“ Last men in Aleppo ” al cinema La Compagnia di Firenze | StampToscana
after festival reggio emilia
logo stamptoscana
badzar
after festival reggio emilia
badzar

“ Last men in Aleppo ” al cinema La Compagnia di Firenze Cinema

Last Men in Aleppo priority Still ridotta

Firenze -  Il documentario “ Last men in Aleppo ” del regista siriano Feras Fayyad, candidato all’Oscar nella sezione dedicata ai documentari, sarà al cinema La Compagnia di Firenze nei giorni di lunedì 26 (alle 21) e martedì 27 febbraio (alle ore 15 e 19), mercoledì 28 (ore 17) e giovedì 1 marzo (ore 21).

Il film è distribuito nelle sale da Wanted cinema GA&A Productions. Il regista racconta, in presa diretta, la guerra in Siria attraverso gli occhi dei “Caschi Bianchi” ad Aleppo, i volontari che compiono operazioni di soccorso per salvare il più alto numero di vite umane, diventati l’ultimo baluardo contro una guerra senza fine. Fayyad, arrestato e torturato dal regime di Bashar Al Assad nel 2011, ha documentato quello che accade durante e subito dopo i bombardamenti. Con l’aiuto dei “Caschi Bianchi” il documentario narra la quotidianità in un posto di guerra dove si lotta per la sopravvivenza, in un paese dove la guerra è diventata la normalità.

Un documentario che catapulta lo spettatore dentro la guerra, seguendo dal vivo i volontari Khaled, Mahmoud e Subhi che, anziché fuggire dalla Siria come hanno fatto tanti loro connazionali, hanno scelto di restare per salvare chi resta, le vittime della guerra. Khalid, Subhi e Mahmoud, infatti, sono tra i primi ad entrare negli edifici distrutti, perlustrando le macerie in cerca di corpi e segni di vita. Vivono in stato di assedio e sotto bombardamenti costanti insieme ai 350.000 superstiti ad Aleppo. Tutti lottano con lo stesso grosso dilemma: fuggire e portare in salvo le proprie famiglie, o rimanere a combattere per la città?

Il documentario è stato presentato nel 2017 al Middle East Now il film festival dedicato al Medio Oriente che si svolge a Firenze da dieci anni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »