Al via la 93° edizione di Pitti Uomo alla Fortezza come in un grande “Pitti live movie” | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Al via la 93° edizione di Pitti Uomo alla Fortezza come in un grande “Pitti live movie” Breaking news, Cultura

Pitti Uomo

Firenze - Alla presenza di Carlo Calenda Ministro per lo Sviluppo economico è stata inaugurata oggi alla Fortezza da Basso la 93° edizione di Pitti Immagine Uomo dedicata alle collezioni moda e lifstyle per la moda uomo per l’Autunno Inverno 2019. 1244 i marchi presenti in  questa edizione, 570 provenienti dall’estero, mentre sono 257 i nuovi nomi e ritorni al salone internazionale per la moda che quest’anno ha scelto il cinema come tema principale trasformando l’intero salone in un autentico Film Festival, con gli stili delle diverse sezioni che interpretano i vari generi, dal thriller ai film d’avventura e i padiglioni trasformati in  sale in cui godere dello spettacolo. Quattordici le sezioni in cui si articola il percorso, da Pitti Uomo a My Factory, 36.000 in totale i visitatori, oltre 24.300 i compratori all’ultima edizione invernale dei quali 8.800 buyer dall’estero.

Tantissime le novità per questa edizione di Pitti uomo che porta alla Fortezza i grandi nomi del design e progetti sempre più all’avanguardia. Debutto per il progetto Athlovers, in collaborazione con Reda, lo storico marchio del lanificio di Biella che per la prima volta partecipa al salone,  alla Polveriera andrà in scena una selezione di collezioni che introducono il loro concetto innovativo di athleisure, una nuova dimensione del vivere moderno. Il più antico brand di abbigliamento americano, Brooks Brohters inizierà a Firenze, i festeggiamenti per i suoi 200 anni di storia, domani nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio la sua prima sfilata e in Sala d’Arme una retrospettiva fotografica dai leggendari archivi fotografici. Torna a Pitti Uomo l’International Woolmark Prize, oggi alla Stazione Leopolda, in collaborazione con Fondazione Pitti Immagine Discovery, i dodici finalisti provenienti da tutto il mondo presenteranno le loro collezioni innovative per valorizzare le potenzialità della lana Merino australiana.

Sempre alla Stazione Leopolda giovedì 11 gennaio i due designer giapponesi Jun Takahashi e TAKAHIROMIYASHITATThesolist per la prima volta daranno vita a due show consecutivi, espressione della loro amicizia e del rispetto reciproco per il loro lavoro. Sempre giovedì 11 ma negli spazi della Dogana in Via Valfonda l’eclettico designer e dj italiano Dorian Stefano Tarantini con un progetto speciale presenterà il nuovo corso del nuovo brand M1992 nato dalla contaminazione tra atre multimediale, musica e moda. Vincitore di Who’son next? il designer italiano Luca Magliano realizzerà una sfilata alla Dogana, giovedì 11, in scena andrà il suo concept, un “editing dell’indispensabile” nel guardaroba maschile di oggi. Tra i progetti che arrivano dall’estero, otto brand fillandesi, guest nation a Pitti, selezionati per presentare le loro collezioni alla Fortezza da Basso, Concept Korea  le collezioni di alcuni brand Coreani e Tokyo Fashion Award sei brand emergenti del Giappone. Oggi all’interno dello storico palazzo della Mercanzia in Piazza della Signoria di apre Gucci Garden, ideato dal Direttore Creativo Alessandro Michele, lo spazio ospiterà prodotti in edizione unica, un ristorante dello Chef 3* Michelin Massimo Bottura e spazi espositivi a cura del critico e curatore Maria Luisa Frisa. Il magazine 032c presenta la sua prima collezione di abbigliamento e lancerà il suo manifesto “What we believe” nel corso di un evento che avrà luogo giovedì a Palazzo Medici Riccardi, mentre Les Benjamins, il marchio di streetwear con base a Istanbul ha scelto Firenze per presentare la sua nuova collezione con un evento- performance  domani al Teatro Niccolini dal titolo “ The ancient skyscrapers at night”, dalle antiche piramidi ai grattacieli di oggi secondo la visione del creativo Bunyamin Aydin.

 

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »