Notte e Giorno 2017: a Torano artisti in libera uscita | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany
blog words
Il blog di Francesco Colonna
Voltagabbana

Notte e Giorno 2017: a Torano artisti in libera uscita Cultura

torano

Carrara – Torano è una frazione del comune di Carrara dalla quale dista solo due chilometri. E’ circondato da castagni e dallo spettacolare panorama delle cave, è passaggio obbligato sulla via per la zona marmifera del canale di Lorano, di Ravaccione e del Battaglino.

La sua storia ed economia sono sempre state legate al famoso Marmo di Carrara. Gli uomini e le donne sono tutt’uno con “l’oro Bianco”, cosiddetto materiale di questi monti, e la storia parla di donne che all’uscita mattutina dei mariti, quando la luna ancora illuminava il cielo, sistemavano subito il letto, pronto all’evenienza che la sirena iniziasse a suonare; ciò voleva dire che quelle montagne piangevano un cavatore.

Oggi i tempi sono cambiati, i mariti escono sempre presto, quando la luna ancora illumina il cielo, ma si ritrovano al bar all’ingresso del paese per prendere il caffè insieme, poi da lì salgono sui fuoristrada e vanno in cava a lavorare.

Emma Castè è direttore artistico dal 2013 del Progetto “ Notte e Giorno 2017” una rassegna d’arte giunta ormai alla 19.a edizione.  “Il progetto nasce durante l’inverno – dice Emma -  cerco  nella mia mente un’ immagine e da quella sviluppo tutta la manifestazione. Successivamente cerco gli Artisti e disegno la scenografia del paese.

Non manco mai di coinvolgere il Comitato Pro Torano, che ha il compito di dare il benestare al progetto, una volta ottenuto iniziamo le procedure per montare tutto il percorso, aiutata dalla importante presenza dell’ufficio stampa che ha l’onore di gestire la comunicazione esterna”.

Emma Castè parla di questo evento con gli occhi che sorridono, tanta è la gioia nel poter mettere in luce artisti che attraverso le loro opere portano luce anche al pese stesso ed alla sua storia. L’arte da sempre comunica, è uno dei mezzi con cui l’anima emerge, in tutte le sue sfaccettature. Quando c’è da assegnare un premio, come in questo caso, è sempre difficile fare severamente critica. “Comunica “ nelle varie forme artistiche tutte ammesse dal Bando, un linguaggio unico, diverso dagli altri. Questo è il bello dell’arte, l’unicità degli uni e degli altri, che con l’intero percorso progettuale diventano tasselli importanti.

Gli artisti potranno partecipare e sbizzarrirsi in tutte le forme d’arte possibili, come recita il bando – ricorda Emma-  questa è stata la scelta per dare massima libertà e respiro – e aggiunge – Torano è terra d’arte, questa idea è unicamente per un degno riconoscimento e per ricordare la passione del nostro territorio. Grazie alla sinergia ed alla collaborazione della Pro Loco, Comune di Carrara, Fondazione Cassa di risparmio, Camera di commercio ed altri Enti e sponsor. Siamo in grado di assegnare un premio di mille euro all’artista selezionato come vincitore. Il titolo scelto quest’anno è Madre Natura, dedicato come si può capire alla nostra terra, alla natura che stiamo calpestando e alla quale portiamo poco rispetto. Una forma di sempre più sensibilizzazione quello che cerco di fare, sperando di contribuire nel mio piccolo al cambiamento. Ricordiamo inoltre che il concorso è aperto a tutti, senza distinzione alcuna di etnia, sesso, religione ne altro “

Per la prima volta, due delle rassegne più longeve della cultura apuana: Torano e Carrara, con le sue diciannove edizioni e il San Domenichino e Massa con la 58esimo premio letterario, staranno legate. “E’ un sodalizio molto forte quello che si è creato fa il San Domenichino e Torano Notte e Giorno. Una collaborazione tra le città di Massa e Carrara e un incontro tra le arti figurative e la letteratura destinato a durare nel tempo e a crescere e rafforzarsi. Nella mia veste istituzionale di consigliere regionale – saluta così il gemellaggio, Giacomo Bugliani, consigliere regionale della Toscana – non posso che essere lieto di essermi fatto promotore di questo gemellaggio che ha l’obiettivo primo di riportare la cultura al centro delle dinamiche del nostro territorio”.

La Direttrice artistica che segue la manifestazione ormai da 5 edizioni  è una donna eclettica, artista e determinata, tenace. “…perché bisogna esserlo, per organizzare Torano Notte e Giorno ci vogliono all’incirca 9 mesi, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ogni anno, ogni cosa viene elaborata ed analizzata in modo da preparare un pezzetto alla volta quello, che per noi, deve diventare un Paese,  aperto all’Arte e alla Cultura. Qualcuno ci ha definito una sagra- aggiunge infine Emma-  e ne sono orgogliosa, perché le persone che arrivano, seduti ai tavolini di quella sagra possono trovare critici, amministratori, politici, artisti, letterati, gente comune, etc, che parlano di Arte e Cultura, magari seduti tranquillamente con un bicchiere di vino in mano e Opere d’Arte alle spalle. Torano è un luogo dove qualsiasi Artista si trova a casa, dove i vicoli e le piazze fanno da cornice alle opere, senza bisogno di imbellettarsi per le feste, ma rimanendo viva nel quotidiano; dove ogni abitante accoglie gli artisti benevolmente. Torano sta diventando un appuntamento fisso per l’estate e questo è dovuto all’insieme di un gruppo di sostenitori sempre più presente, che va dagli amministratori agli industriali. La Cultura invaderà strade, piazze, cantine, scantinati e luoghi mistici del piccolo borgo ai piedi delle Cave di Michelangelo e che per la prima volta ospiterà anche una rassegna di poesia dialettale, perché Torano aspira a diventare sempre più, in estate e non solo, un punto di riferimento per i cittadini e per i turisti. – spiega Emma Castè, Direttore Artistico della rassegna.

Questa la definitiva rosa degli artisti che per due settimane saranno presenti con le loro opere, sculture, quadri, installazioni.

Sono Eleonora Francioni, Piero Scandura, Maurizio Ruzzi, Silvana Pianadei, Sabrina Feroci, Felice Tagliaferri, Pierangela Massolo, Achille Pardini, Veronica Pollini, Emanuele Giannelli, Lia Battaglia, Panart, Silvia Valentini, Arte Nuova Carrara, Ilaria “Adrastea” Bertaghini, Giovanni Salvaro, Daniela Spaggiari, Consuelo Zatta, Michele Monfroni, Clara Mallegni, Daniele Bertani, Sylvia Loew, Annarosa Lisi, Marco Geloni, Andrea Antonacci e Ilaria Mariotti.

“La forza della rassegna è l’ingresso libero e la libertà di movimento nel cuore del borgo dove il tempo sembra essersi fermato. Mi sento in dovere di ringraziare davvero tutti, di cuore”, conclude Emma Casté.

 

 

Per aggiornamenti, programmazioni e informazioni www.toranonottegiorno.it (sito in aggiornamento) e la pagina ufficiale facebook https://www.facebook.com/ToranoNotteEGiorno?fref=ts

 

Print Friendly


Translate »