BAN: nel vivaio degli Angeli fioriscono le imprese innovative | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

BAN: nel vivaio degli Angeli fioriscono le imprese innovative Economia, Innovazione

ban2

Firenze – Fra i loro fiori all’occhiello c’è la fiorentina Treedom, una PMI che per opporsi alla deforestazione nel mondo propone l’adozione di alberi e dà la possibilità di seguirne la crescita con il gps, come fossero cuccioli. Oppure c’è chi fornisce una linea di fornelli portatili da esterno a biomassa: puliti, ecologici e sicuri (Enkistove).

Ma nel “vivaio” di questi investitori le imprese innovative nate e cresciute grazie a loro sono almeno una decina, sparse su tutto il territorio nazionale. Si chiamano BAN, ovvero Business Angel Network, una specie quasi sconosciuta in Italia dove l’investimento di rischio in nuove idee imprenditoriali è merce molto scarsa. Al contrario nel mondo anglosassone questa modalità di incontro fra investitori e neo imprenditori innovativi ha fatto la fortuna di molte start up.

Da poco BAN ha trovato “casa” presso le “Murate Idea Park”, la Community di soggetti che ha scelto di partecipare e sostenere lo sviluppo dell’”ecosistema” fiorentino (e non solo) dell’innovazione.

“BAN è nata quasi per caso, per capire dove va il mondo e per “difendersi” dall’innovazione” spiega con un tocco d’ironia il giovane presidente Lorenzo Ferrara. Lui, 34 anni, nella vita professionale fa anche altro, ma per BAN svolge funzioni di advisor e marketing. La società nasce a Firenze nel 2015, attualmente mette in rete una trentina di giovani professionisti, manager e imprenditori  per la selezione e l’eventuale finanziamento dei progetti: età media, 35 anni. Contrariamente al modello “classico” di business angels, non sono semplici investitori. Possono scegliere se finanziare le iniziative che selezionano, oppure prestare la loro consulenza professionale in cambio di una quota di partecipazione nella start up. La loro intenzione è quella di diventare un riferimento per coloro che vogliono partecipare allo sviluppo di imprese con un deciso contenuto innovativo.

Il nucleo forte di quattro soci svolge attività di scouting su tutto il territorio nazionale: In questi due anni hanno investito un totale di 100mila euro in denaro e altrettanto in prestazioni professionali.

La nascita di una società come BAN significa forse che si sta svegliando la voglia di partecipare al capitale di rischio? “Difficile a dirsi, ma molti investitori hanno deciso di chiudere definitivamente con banche o mondo finanziario, visto le recenti esperienze. E’ molto più appassionante rivolgersi al mondo reale e scegliere attività che possono avere grandi margini di crescita”.

Una stima dell’occupazione attivata grazie agli investimenti di BAN non c’è, viste le caratteristiche di “fluidità” del mercato del lavoro di oggi. Quello che è certo è che la leva dei lavoratori delle varie imprese è decisamente concentrata sulle fasce giovanili. E non potrebbe essere altrimenti viste le caratteristiche del loro business. A partire da Youman online, una loro “creatura” al cento per cento, il servizio che fornisce live chat per siti web. O Planbee, che raccoglie crowdfunding per migliorie ambientali.

C’è anche Cupsolidale, il sito che compara in tempo reale disponibilità e costi di ogni struttura o professionista in ambito sanitario. Chi costruisce realtà virtuali per architettura e design (AmbiensVR). E una piattaforma per valutare performance e rischio infortuni dell’atleta professionista (Injuryindex).Non può mancare infine il turismo, con un fornitore di App per Hotel (Hotelnext), o servizi per affitti brevi con le piattaforme Booking e Airbnb (Cleanbnb).

 

La foto, da sinistra:

Marco Bicocchi Pichi Presidente Italia Startup

Lorenzo Ferrara Presidente BAN Firenze

Ivano Greco Manager e Co-Founder Campus Innovazione

Print Friendly


Translate »