Bolkestein, Assidea convocata a Roma con Fiva e Anva | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Bolkestein, Assidea convocata a Roma con Fiva e Anva Economia

no-bolkestein-toscana

Firenze – Mesi di tanto lavoro: la manifestazione a Firenze, il convegno nell’auditorium della Regione Toscana, la grande manifestazione a Roma e finalmente Assidea ottiene il primo riconoscimento ufficiale dal Mise (Ministero dello sviluppo economico) nella convocazione al tavolo a Roma insieme a tutte le altre associazioni di categoria.

“Con questo riconoscimento – dice Alessio Pestelli, presidente di Assidea – finisce l’egemonia delle associazioni di categoria, Fiva e Anva. Questo risultato ottenuto insieme alla chiusura del Cnel riaprirà i tavoli delle rappresentanze anche a livello comunale. Vogliamo sottolineare che da oggi non ci sono più scuse per non convocare la nostra associazione ai tavoli di concertazione comunali e regionali per il commercio su aree pubbliche in Toscana dove Assidea è sicuramente una delle associazioni più rappresentative sul territorio, con oltre 1000 iscritti, ma soprattutto della categoria ambulante”.

Assidea ha già ampiamente illustrato le criticità della direttiva Bolkestein e le ricadute per centinaia di famiglie che hanno investito in questo lavoro. Dal 9 maggio scorso sono stati contattati 289 Comuni ma nessuno ha risposto. “Il nostro obiettivo – aggiunge il presidente – rimane l’estromissione degli ambulanti dalla direttiva Bolkestein; siamo contro le rendite di posizione nei confronti di tutti quelli che utilizzano il suolo pubblico per fare tesseramento creandosi anche una rendita di posizione. Per tale motivo abbiamo già protocollato una pec ai comuni di Firenze, Empoli e Pistoia per essere messi a conoscenza delle modalità di assegnazione delle principali manifestazioni sul suolo pubblico per il prossimo anno ma ad oggi nessuna risposta è arrivata. Noi ci batteremo per togliere le rendite, non le manifestazioni che sono un servizio per la popolazione tutelando le aziende che partecipano in due modi: il primo, abbattendo i costi che negli ultimi anni sono diventati insostenibili. Ad esempio, 100/150 euro a manifestazione oltre eventuali tessere associative assicurando il diritto di partecipazione a coloro che hanno sempre fatto la manifestazione. Il secondo, in considerazione del fatto che non vogliamo rendite di posizione chiediamo di partecipare all’organizzazione di tali manifestazioni con il fine di tutelare le aziende e destinare eventuali utili a soggetti sul territorio preventivamente concordati con l’amministrazione comunale che ci ospita”.

Assidea sarà al tavolo romano, come già annunciato da Stamp (http://www.stamptoscana.it/articolo/economia/bolkestein-assidea-a-roma-incontra-orfini-riaperto-il-tavolo-di-concertazione) il 3 novembre con il sottosegretario l’onorevole Antonio Gentile e altre 15 associazioni di categoria per discutere le problematiche dell’intesa Stato-Regione sui criteri per l’assegnazione dei posteggi su aree pubbliche. Alla riunione sono stati invitati anche i rappresentanti dell’Anci.

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »