La filiera vitivinicola toscana produce il 6% del vino italiano | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

La filiera vitivinicola toscana produce il 6% del vino italiano Economia

unicredit

Montelupo  Fiorentino – Centrato sul comprensorio toscano e sullo sviluppo delle potenzialità del comparto vitivinicolo, si è svolto oggi a Montelupo Fiorentino presso la Vetreria Etrusca, il Focus organizzato da UniCredit sul tema dei finanziamenti per il settore.

Obiettivo dell’incontro è stato quello di offrire agli imprenditori del settore un vademecum di percorribili strategie di accesso al credito che permetta alle aziende di instaurare un rapporto con le banche stabile nel tempo e modellato sulle recenti innovazioni normative del settore bancario, così da contenere il costo del denaro  e rendere leggibile ed affidabile l’impresa agricola al fine di sostenerne al meglio la crescita.

La produzione del vino in Italia è salita nel 2016 a 54 milioni di ettolitri e l’Italia è diventato il primo produttore mondiale con 300.000 aziende e 11 miliardi di fatturato pari allo 0,4% del PIL. In Toscana la filiera vitivinicola produce il 6% del vino italiano con 3 milioni di ettolitri di cui il 90% rappresentati da vini di alta gamma DOP/IGP. Sono infatti ben 57 le etichette di qualità di cui 6 IGP, 40 DOC e 11 DOCG.

In particolari settori la Toscana gioca poi un ruolo primario nell’export. Ad esempio nei vini fermi di qualità La Toscana rappresenta il 28% dell’export nazionale (prima regione italiana) con 273 milioni di euro di cui 259 mln di euro di DOP rosso e 14 mln di DOP bianco.

Anche nel settore innovativo del biologico la Toscana è al top della classifica italiana del 2016 con il 22% della superficie dei vigneti destinata ad uva biologica. Più 11% rispetto al 2015.

“Il settore vitivinicolo – ha sottolineato Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit -  è tra i settori strategici per l’economia della Toscana e può e deve rappresentare sempre di più una eccellenza italiana all’estero. La crescita registrata negli ultimi anni dimostra come il Made in Italy agroalimentare, nel suo complesso, sia sempre più protagonista dell’economia nazionale e in grado di offrire importanti opportunità, anche in termini di occupazione. Ma è necessario crescere ancora. Da tempo UniCredit è impegnata a sostenere le imprese del settore. Ne sono esempio concreto i 16 milioni di euro destinati alla Toscana nell’ambito del plafond di Agribond 2, un prodotto di tipo tranched cover, coperto da garanzia di portafoglio rilasciata da Ismea, che prevede condizioni migliorative per l’impresa beneficiaria.  Un’ attenzione particolare, quindi, per settori ad alta specificità come quello del vitivinicolo toscano, con l’obiettivo di illustrare agli imprenditori tipologie, prassi e tempistiche idonee all’approvvigionamento di un credito che sia di qualità”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email


Translate »