Medaglia d’Onore degli Accademici Immobili a Glauco Mauri | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Medaglia d’Onore degli Accademici Immobili a Glauco Mauri Breaking news, Foto del giorno

glauco mauri

Firenze – Medaglia d’Onore degli Accademici Immobili, i fondatori del Teatro della Pergola nel 1652-56, a Glauco Mauri, il grande mattatore che ha con il Teatro fiorentino uno specialissimo e antico rapporto. Rapporto sottolineato, d’altro canto, dal fatto che la Fondazione Teatro della Toscana cominci così un gennaio particolare, dal momento che il 2018 segna l’inizio del nuovo triennio ministeriale, un tempo dettato dalle norme che si trasforma in un tempo progettuale. 

Per marcare questo inizio, non ancora spenti gli echi dei successi di Mariti e mogli con Monica Guerritore e Francesca Reggiani venerdì 5 gennaio, Glauco Mauri e Roberto Sturno hanno dato vita sul palco della Pergola all’evento En Attendant Beckett, in attesa di Finale di partita (9-14 gennaio). Un viaggio nell’universo del drammaturgo che ha segnato come un compagno di viaggio il cammino artistico di Mauri, a cominciare da quel mitico, storico e primigenio allestimento de L’ultimo nastro di Krapp datato 1961. 
 
Il riconoscimento è andato a Glauco Mauri a sottolineare una carriera inimitabile e un legame ultrasessantennale con il Teatro della Pergola. Sul palco del massimo teatro fiorentino, al termine di En Attendant Beckett, Mauri, già Premio Chiave d’Oro del Primo Camerino, ha ricevuto la Medaglia d’Onore degli Accademici Immobili; a consegnare la Medaglia Francesco Grossi, il più giovane tra gli attori diplomati della Scuola ‘Orazio Costa’ della Fondazione Teatro della Toscana. 

Print Friendly


Translate »