Internet Festival 2017: la rete ti cambia la vita (anche in peggio) | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Internet Festival 2017: la rete ti cambia la vita (anche in peggio) Innovazione

internetfestival2017

Firenze – Sarà un Festival che parlerà della Rete e della sua “intrusione” nostra vita. Si apre a Pisa giovedì 5 ottobre (fino a domenica 8) la settima edizione dell’Internet Festival dedicato alla società digitale. Un evento che indagherà sul Sentiment che questo strumento potente produce in ognuno di noi.

Su questo filo conduttore si snodano decine e decine di eventi con ospiti di grande eccellenza. Incontri, dibattiti, libri, musica, cinema: e poi percorsi formativi, laboratori, vetrine e stand di ogni tipo che declineranno il tema in ogni sua sfaccettatura. Il festival è organizzato da una fitta rete di soggetti pubblici, con la Regione Toscana capofila. Ma i veri promotori sono il Cnr, il Sant’Anna, la Scuola Normale e l’università, che hanno voluto trasmettere il proprio know how d’eccellenza anche sul territorio. Tant’è che l’università di Pisa per un giorno, venerdì 6 ottobre, non farà lezione per consentire ai propri studenti di partecipare alla kermesse.

“Sette anni fa, quando è nata la prima edizione del Festival, nessuno avrebbe immaginato che Internet avrebbe avuto un impatto così determinante e gigantesco sulle nostre esistenze” commenta Vittorio Bugli, assessore regionale ai sistemi informativi. Gli argomenti affrontati a Pisa non cercano la spettacolarità, prosegue, ma propongono una riflessione.

Fra i temi più “scottanti”, si parlerà di Fake news e di post-verità, ovvero di come si sono trasformati i modelli di apprendimento e la realtà stessa, sotto l’impulso del web. Del rapporto fra privacy e terrorismo; e ancora, dei “famigerati” Big data e della nostra vita privata troppo spesso violata.

Ci sarà il cyberbullismo, ma anche (a sorpresa) l’Orlando Furioso con letture di Peppe Servillo. Non mancherà la paura, fra i sentimenti umani, con la possibilità di organizzarsi in caso di emergenze territoriali e grazie al supporto del web. Si parlerà, finalmente, anche di Felicità digitale, di economia e pubblicità. E perché no, anche di un argomento immancabile: il cibo. Impossibile citare tutti gli eventi (il programma completo www.internetfestival.it) di una kermesse che coinvolgerà intensamente tutta la città di Pisa.

Fra i partecipanti anche Glitch factory, spin-off dell’università di Siena, unica finalista toscana dell’.itCup di Registro.it con il suo progetto di cover interattiva per tablet (SweezeMe) dotata di sensori che consentono l’uso dell’apparecchio attraverso una semplice pressione delle dita. “Le applicazioni a cui può essere destinato il nostro progetto sono molteplici: dalla robotica assistita, alla semplice fotocamera, alla riabilitazione di persone con disabilità per misurare il livello di pressione sui sensori” spiega Jolanda Jacono, giovane Ceo dell’azienda. Pisa sarà per loro una grande, importante vetrina.

Print Friendly


Translate »