Prorogata fino al 17 giugno la mostra “Into Eden” di Vincenzo Calli al Castello di Poppi | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Prorogata fino al 17 giugno la mostra “Into Eden” di Vincenzo Calli al Castello di Poppi Arezzo, My Stamp

foto 1 mostra Vincenzo Calli

POPPI – Doveva concludersi il 10 giugno e invece la mostra “Into Eden” di Vincenzo Calli, ospitata nelle scuderie del Castello dei Conti Guidi di Poppi, è stata prorogata fino al 17 giugno 2018.

Il successo di pubblico e il favore della critica hanno convinto gli organizzatori a concedere una settimana in più ai turisti per vedere la personale del maestro toscano, prima che nel castello simbolo del Casentino giunga la “Tavola Doria”.

Dal 7 luglio al 7 ottobre, infatti, verrà esposto nelle scuderie uno dei dipinti più noti e discussi del Cinquecento, la cui paternità in passato è stata contesa fra Leonardo Da Vinci e un pittore fiorentino del Cinquecento ancora da decifrare. Al Castello di Poppi la “Tavola Doria” verrà presentata con l’attribuzione a Francesco Morandini, detto il Poppi, avanzata dal professor Louis Alexander Waldman del Dipartimento di Arte e Storia dell’arte dell’Università del Texas.

foto 4 Vincenzo CalliIn attesa di ammirare l’opera cinquecentesca, che illustra un momento della Battaglia di Anghiari tra milanesi e fiorentini del 1440, i visitatori potranno continuare ad apprezzare l’arte di un maestro anghiarese dei nostri giorni.

Quelli di Vincenzo Calli sono oli e tecniche miste su tela e tavola, di vario formato, che raccontano la fase recente del pittore e il suo inconfondibile linguaggio figurativo, sia quando egli si approccia al paesaggio, sia quando protagonista delle sue opere è la figura umana.

L’evento espositivo, patrocinato da Comune di Poppi e Consiglio Regionale della Toscana, è reso possibile grazie alla collaborazione di Banca di Anghiari e Stia, FuoriLuogo – Servizi per l’arte, Toscana Cultura e Giraffe Production Labs.

La mostra sarà visitabile fino al 17 giugno tutti i giorni, con orario 10-18.

www.vincenzocalli.it

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »