“RE- Start”. Simone Anticaglia e Tonino Puletti espongono a “Corpo e Mente” di Arezzo | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

“RE- Start”. Simone Anticaglia e Tonino Puletti espongono a “Corpo e Mente” di Arezzo Arezzo, My Stamp

foto Anticaglia e Puletti 1

AREZZO – Dal 14 settembre al 14 ottobre 2017 il centro benessere “Corpo e Mente” di via Tanucci 21, ad Arezzo, ospita “RE-Start”, doppia personale di pittura di Simone Anticaglia e Tonino Puletti a cura di Marco Botti.

È il quinto appuntamento di “Forme astratte tra corpo e mente”, un progetto espositivo promosso dall’associazione culturale AltreMenti che vedrà coinvolti fino a dicembre artisti di talento.

L’inaugurazione, a ingresso gratuito per i tesserati dell’associazione AltreMenti, si terrà giovedì 14 settembre a partire dalle ore 20 con un piccolo buffet.

Per l’occasione Laura Giannini e Giuseppe Soncin presenteranno una performance di “Massaggio armonico” accompagnato da strumenti etnici come il didgeridoo, la kalimba, le campane tibetane e il bastone della pioggia.

opera Anticaglia 1 - Loredana 60x80LA MOSTRA

Il calendario espositivo a Corpo e Mente riprende dopo la pausa estiva con un appuntamento imperdibile, la prima doppia personale in cinque stagioni di eventi.

“RE-Start” rappresenta per i due autori una ripartenza interiore e artistica dopo un periodo di profonda indagine, che ha aperto per entrambi nuove soluzioni e strade da percorrere con fiducia nel futuro e rinnovati stimoli.

Simone Anticaglia utilizza compromessi geometrici per riconoscersi nella luce intrappolata dai meccanicismi costruiti nei suoi dipinti. È evidente il suo tentativo di trovare, attraverso le proprie opere, il modo di liberare quella luce da schemi rigidi, inglobanti, serrati e ripetitivi, esprimendo un’impellente esigenza di vivere.

Dominique Landucci ha osservato che l’arte del perugino “si nutre del cubismo e del costruttivismo, lasciando apparire in alcune sue sfaccettature una ricerca rigorosa che lo porta altrove”.

opera Puletti 1 - Linea di confine-acrilico e foglia oro su tela-cm 80x120Tonino Puletti è invece foriero di un linguaggio capace di provocare sollecitazioni percettive inattese. Egli ha varcato le frontiere della figurazione a favore di un’indagine che si concentra sulla necessità di armonizzare forme e cromie.

Come ha scritto Ketty Mencarelli, il valtiberino “esprime una dimensione dinamica e fluida attraverso un processo di sintesi gestuale e istintivo. Egli non accarezza la tela, la sua è una pittura sporca, non leziosa, compiuta attraverso colature di pigmento acrilico, fatta di addizione e sottrazione continua del colore”.

GLI ARTISTI

Simone Anticaglia è nato nel 1973 a Perugia, dove ancora oggi vive e lavora. Attratto dall’artigianato artistico, nel tempo si scopre incline alla realizzazione di manufatti che progetta personalmente. Nel 2003 si avvicina alla pittura, conseguentemente a un lungo periodo di conflitto interiore e cambiamento ideologico, che fa da spartiacque nella sua vita. Affascinato dall’arte foto Anticaglia e Puletti 2espressiva informale, inizia a narrare da autodidatta e senza canoni accademici di riferimento se stesso attraverso forme e colori, focalizzando l’attenzione su ciò che con maggior irruenza si imprime in lui. Anticaglia ha esposto negli ultimi anni in collettive in Italia e Francia. Nel 2017 si è aggiudicato il terzo posto alla X Biennale Nazionale di Pittura di Foiano ed è stato inserito nell’antologia “Umbria Contemporary Art” (WF Edizioni).

Tonino Puletti è nato nel 1973 a Città di Castello (PG), ma vive e lavora a San Giustino, al confine tra Umbria e Toscana. Si diploma in Oreficeria all’Istituto d’Arte di Sansepolcro e quindi in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Urbino. Durante gli anni accademici la sua ricerca si focalizza sui particolari anatomici e naturali ingranditi, riprodotti con il carboncino su tela e tavola. In seguito si dedica allo studio di ritratti e volti con la sanguigna abbinata alla foglia oro, fino ad arrivare alle attuali composizioni astratto-informali, dove la materia si afferma in una costante e dinamica evoluzione. Ha esposto in personali e collettive e conseguito riconoscimenti nei concorsi. Una sua opera è custodita nel “PiccoloMuseo” di Fighille e nel 2017 è stato incluso nell’antologia “Umbria Contemporary Art” (WF Edizioni).

IL PROGETTO

Dal 2 marzo al 31 dicembre 2017 il centro benessere “Corpo e Mente” di Laura Giannini, in via Tanucci 21 ad Arezzo, ospita “Forme astratte tra corpo e mente”, un progetto promosso dall’associazione culturale AltreMenti e curato da Marco Botti. Mostre che tra fotografia, disegno e pittura si svilupperanno nella grande hall e nelle sale del centro benessere, esaltandone la vocazione artistica e poliedrica.

www.associazionealtrementi.altervista.org

Print Friendly


Translate »