Dieci anni di vita per il CineForum di San Casciano | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Dieci anni di vita per il CineForum di San Casciano Notizie dalla toscana

cineforum

San Casciano val di Pesa - Da “C’era una volta in America” di Sergio Leone a “Il Signore degli anelli”, diretto da Peter Jackson, dal capolavoro di Louis Bunuel “L’angelo sterminatore” al “Settimo Sigillo” di Ingmar Bergman e “Fight Club” di David Fincher. Lo spazio del CineForum del Circolo Arci di San Casciano è tappezzato di locandine, sguardi, immagini, titoli di film che hanno segnato la storia del cinema internazionale. E man mano che si entra lungo il corridoio che conduce alla sala sotterranea si respira la passione, l’alto livello di preparazione di un gruppo di giovani del territorio chiantigiano che, a poco più di venti anni, sogna il cinema nella scrittura, nella sceneggiatura, nel montaggio come recensori, critici, registi, tecnici. 

La conoscenza puntuale che sfida le pagine della storia del grande schermo su scala internazionale nasce da una cultura ampia e diversificata e dal desiderio che i ragazzi coltivano da tempo: “la visione di un film non è soltanto un atto individuale ma un momento culturale da condividere, il cinema è un importante veicolo di comunicazione dalla funzione sociale, educativa ed aggregativa”. E’ la filosofia da cui partono Tommaso Alvisi, Paolo Pastaccini, Brando Visibelli, Niccolò Di Maggio, Margherita Barbieri, Elena Desideri, Chiara Massaini, alcuni dei pilastri del Cineforum, il progetto culturale che anima il Circolo Arci di via dei Fossi proponendo ai cittadini di tutte le età un’occasione di confronto e conoscenza dei cult e dei kolossal del cinema italiano e straniero. “Seguire la proiezione di un film – dicono i ragazzi – è un incontro tra pensieri, gusti, idee diverse, non ci limitiamo ad allestire un ventaglio di serate accomunate dal filo conduttore della qualità ma proponiamo la possibilità di introdurre e discutere insieme, all’inizio e al termine della proiezione, le emozioni e le considerazioni che il film ha suscitato”. Per i dieci anni di vita che ricorrono nel 2018 il Cineforum, fondato da Tommaso Alvisi, ha confezionato una rassegna cinematografica di alta qualità, i cui titoli sono stati scelti e condivisi dal gruppo. 

La programmazione, partita da qualche settimana, sciorina una decina di titoli di tutto rispetto fino al 3 aprile. Martedì 6 febbraio sarà proiettato il film “Venere in pelliccia” (2013), opera di Roman Polanskj, ispirato all’omonimo romanzo scritto da Leopold von Sacher-Masoch. La settimana successiva, il 13, sarà la volta del film di animazione per adulti “La mia vita di zucchina” (2016) di Claude Barras, un film che guarda ai tabù con gli occhi dei bambini e cerca di infrangerli con il coraggio e la poesia. Il 20 il Cineforum propone “Pride”, film del 2014 diretto da Matthew Warchus e il 27 Ken Loach in un film drammatico del 2014 “Jimmy’s Hall”. Il 6 marzo sarà protagonista il thriller “La finestra sul cortile”, diretto nel 1954 da Alfred Hitchcock. Il 13 la proposta è “Foxcatcher”, film del 2014 prodotto da Bennett Miller, il 20 “Viva la libertà”, una pellicola italiana del 2013 di Roberto Andò con Toni Servillo e il 27 “Molière in bicicletta”, commedia francese sceneggiata nel 2013 da Philippe Le Guay. Chiude la programmazione, realizzata con il patrocinio del Comune di San Casciano, “Zootropolis”, film d’animazione del 2016 prodotto dai Walt Disney Animation Studios e diretto da Byron Howard e Rich Moore. L’ultima serata si terrà il 3 aprile. Inizio: ore 21. Per informazioni Tommaso Alvisi: 333 964955.

 

Foto: MET

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »