Ecco “Sermones”, il primo libro empolese | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Ecco “Sermones”, il primo libro empolese Notizie dalla toscana

sermones

Empoli – Il suo nome è Michele Durazzini, frate agostiniano, nato nella prima metà del XV secolo. Non è chiaro se sia empolese di nascita, sicuramente lo è di adozione. Nel 1478 risulta priore del convento di Empoli.

Fra Michele scrisse un libretto sulla omiletica, il ramo degli studi teologici cristiani che si occupa dell’arte e della teologia della predicazione. Un’opera che non ha un grosso valore letterario, ma rappresenta qualcosa di importante per tutta la città.

L’Opusculum dei Sermones di Michele Durazzini da Empoli è senza dubbio il primo libro a stampa a caratteri mobili pubblicato da un empolese, in sintesi il primo libro stampato di Empoli. La lavorazione avvenne nel 1490 nella stamperia fiorentina di Francesco Bonaccorsi, la stessa che si occupò delle opere di Dante. Una delle copie originali rimaste è custodita alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze.

Oggi, grazie all’impulso del direttore della Biblioteca Comunale ‘Renato Fucini’ Carlo Ghilli, al supporto finanziario del Rotary Club di Empoli, presieduto dal professor Mauro Guerrini, in collaborazione con la Biblioteca nazionale centrale di Firenze, l’incunabolo ISermones di Michele Durazzini è a disposizione di tutti. Ne sono state stampate da Editori dell’Acero 350 copie facsimilari. Significa che sono in tutto e per tutto fedeli all’originale, anche negli appunti presi sulle pagine del libro o a imperfezioni dovute al tempo.

«I Sermones di Michele Durazzini – frate agostiniano, di cui non conosciamo il luogo di nascita, ma così legato alla nostra città da esser ricordato come Michele da Empoli – sono un esempio della cultura umanistica che si respirava nella nostra città – spiega il sindaco Brenda Barnini –  in particolare all’interno del convento di Santo Stefano degli Agostiniani, nella seconda metà del XV secolo. Molti sono gli episodi che attengono alla cultura del nostro territorio e che vennero ampiamente diffusi, vista la tiratura del testo che, come si ricorda nella prefazione, è anche il primo libro a stampa pubblicato da un empolese».

Le copie sono state distribuite gratuitamente nelle biblioteche e alle librerie di Empoli (Rinascita, San Paolo e Cuentame). La versione digitale del volume sarà inserita nella biblioteca digitale della Nazionale fiorentina, della Comunale di Empoli e di altre istituzioni italiane e straniere e sarà accessibile liberamente.

 

 

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »