Empolese-Valdelsa, crescono i furti nelle case | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Empolese-Valdelsa, crescono i furti nelle case Breaking news, Notizie dalla toscana

t_20180221182447327

Firenze - L’andamento della criminalità nel circondario Empolese Valdelsa non rileva nel triennio 2015/2017 una variazione di rilievo, fatta eccezione per l’aumento dei furti in abitazione (+30%) registrato in alcune zone del comprensorio, mentre le rapine in generale sono diminuite del 15%. E’ quanto emerge dalla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuta ieri a Palazzo Medici Riccardi. Il prefetto Alessio Giuffrida, i vertici provinciali delle forze dell’ordine, i sindaci dei comuni dell’Unione Empolese Valdelsa (Empoli, Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Fucecchio, Montaione, Montelupo Fiorentino, Montespertoli e Vinci) hanno fatto il punto sull’andamento dei reati nel circondario. Presente anche la comandante della polizia municipale del circondario, Annalisa Maritan. 

Per migliorare la sicurezza e la vivibilità del territorio, saranno affrontati in modo coordinato i comportamenti criminali e le situazioni di degrado che più incidono sulla percezione di sicurezza dei cittadini. Sarà quindi ulteriormente rafforzata la collaborazione fra le forze dell’ordine e le amministrazioni comunali e verranno aumentati i controlli da parte delle forze di polizia, avvalendosi delle risorse attualmente disponibili e dell’aumento degli organici previsti a partire dal prossimo aprile. Molta attenzione viene riservata dai comuni alla videosorveglianza ed è tuttora in corso su tutti i territori l’installazione di un maggior numero di telecamere. 

Si è parlato anche del progetto “Controllo di Vicinato”, che dallo scorso luglio ha preso avvio nei comuni di Empoli e Castelfiorentino, con l’obiettivo di consentire ai cittadini di dare una mano alle forze di polizia nella prevenzione di furti in casa e della microcriminalità. Si tratta di un’iniziativa che mira a dare una cornice di regole ai rapporti di buon vicinato, grazie alle quali gli abitanti possono segnalare ciò che di insolito o di sospetto notano nella propria zona di residenza. Visti i buoni risultati che l’accordo ha prodotto finora, anche il sindaco di Fucecchio, Alessio Spinelli, ha aderito al progetto. 
Continueranno, inoltre, le campagne di sensibilizzazione che le forze dell’ordine stanno conducendo, soprattutto nelle scuole, per contrastare il bullismo e altre manifestazioni di devianza giovanile, nonché i fenomeni di dipendenza da droghe, alcol e gioco d’azzardo.

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »