Psicologia: svolto a Prato il VI convegno nazionale del Centro Risorse | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Psicologia: svolto a Prato il VI convegno nazionale del Centro Risorse Notizie dalla toscana

bachmann stella

Prato – Imparare a riconoscere con sempre maggiore tempestività i Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), diventa sempre più fondamentale nell’ottica di evitare l’influenza negativa sulla futura personalità dei bambini. “DSA e scuola: risorse per l’apprendimento” è stato il tema del VI convegno nazionale Centro Risorse, che si è tenuto a Prato ed organizzato dal Centro Risorse – Clinica Formazione e intervento in psicologia, con il patrocinio dell’Ordine degli psicologi della Toscana. Alla giornata, che ha visto una ampia partecipazione di psicologi provenienti da tutta Italia, sono intervenuti esperti che hanno illustrato le novità in un settore importante come quello dei disturbi dell’apprendimento, che anche in Toscana interessa dal 3 al 5% dei bambini in età scolare e le loro famiglie.

Dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia, come affrontarli? «Potenziando le abilità carenti con interventi di riabilitazione clinica e fornendo tutti gli strumenti utili ad una sempre maggiore autonomia – sottolinea Christina Bachmann, del Centro Risorse di Prato – I DSA necessitano di una presa in carico, non basta il supporto della famiglia e l’aiuto della scuola. Questo è il messaggio che è emerso anche dai diversi interventi al convegno, che hanno spaziato da riflessioni sulla diagnosi a proposte di intervento, con il costante riferimento all’attenta normativa scolastica e alle criticità che invece pone la nostra attuale normativa in ambito clinico regionale ».

Ha parlato del percorso diagnostico dei DSA, delle normative regionali e nazionali il presidente dell’Ordine degli Psicologi della Toscana Lauro Mengheri: «Per quanto concerne i disturbi dell’apprendimento – ha detto il presidente Mengheri -, le famiglie insieme alla scuola ed insieme al clinico, devono ottimizzare quella è la bontà della Legge 170, ovvero operare come una ‘macro equipe’ che se lavora tutta nella stessa direzione può ottenere buoni risultati. In Toscana, a livello diagnostico – ha aggiunto – c’è una linea molto stringente, quindi compressione Cup con aumento dei tempi in lista d’attesa».

Giacomo Stella, uno dei maggiori esperti italiani, ha proposto una riflessione su cosa significhi apprendere: come può un insegnante insegnare bene se non sa come funziona l’apprendimento?
Di estrema attualità ed interessi i temi del convegno: i luoghi comuni, illusioni e pratica clinica per la riabilitazione dei DSA; e poi la riabilitazione integrata con la piattaforma Ridinet; quindi la neuropsicologia e le nuove ipotesi di trattamento. Una domanda che interessa i professionisti e la scuola: Dsa Dsl e Bes devono avere tutti lo stesso Piano didattico personalizzato? Per la dislessia è stato inoltre presentato l’EasyReading, ovvero un ‘font’ democratico ad alta leggibilità per tutti, gratuito per le scuola; focus sulle diagnosi per i disturbi specifici del calcolo; la memoria di lavoro e apprendimenti fino al potenziamento della comprensione del testo.

Il Centro Risorse è una società nata nel 2008 come proposta innovativa per tutti i professionisti che lavorano in ambito psicologico, medico, psichiatrico e delle scienze sociali. Il Convegno Nazionale sui DSA, giunto alla sua sesta edizione, ha preso vita dall’impegno congiunto di professionisti provenienti da diversi settori, che hanno deciso di mettere la propria esperienza al servizio dello sviluppo professionale dei colleghi e dell’utenza. In particolare, il Centro Risorse, che si occupa di formazione, clinica e ricerca, organizza ogni anno il Master su Diagnosi e Trattamento sui DSA. La responsabile della formazione sui DSA e responsabile scientifico del convegno in oggetto è la dottoressa Christina Bachmann, psicologo clinico e psicoterapeuta.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »