San Casciano: appello ai cittadini per il restauro delle mura | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

San Casciano: appello ai cittadini per il restauro delle mura Notizie dalla toscana

mura san casciano

San Casciano val di Pesa - Mura medievali e biblioteca comunale, un monumento e uno spazio simbolo della cultura sancascianese, un patrimonio culturale da valorizzare e tutelare con la sensibilità e il contributo dei cittadini-mecenati. Tutti possono sostenere il restauro dell’antica fortificazione di San Casciano e l’ampliamento degli spazi lettura della biblioteca di via Roma effettuando una donazione nell’ambito del progetto ministeriale Art Bonus.

Il Comune lancia un appello ai cittadini, agli imprenditori, agli istituti di credito, a soggetti pubblici e privati perché mettano la loro ‘firma’ sul recupero di due beni di grande valore storico-architettonico e socio-culturale del comune chiantigiano. “Diventate mecenati e contribuite a rendere San Casciano più bella”. Sono le parole del sindaco Massimiliano Pescini che invita la comunità a farsi avanti, apromuovere la cultura attraverso il contributo Art Bonus.  Si tratta di un credito d’imposta pari al 65 per cento delle donazioni in denaro che i singoli cittadini o le aziende possono effettuare a favore della cultura finanziando interventi a sostegno del patrimonio culturale pubblico. Art Bonus consente di accedere a particolari agevolazioni fiscali sotto forma di credito di imposta.

Due i progetti con i quali il Comune ha aderito all’iniziativa statale. Il primo è il restauro delle mura medievali. La giunta ha elaborato un progetto di restauro conservativo di uno dei tratti più originali, quello lungo via dei Fossi, antistante piazza Arti e Mestieri. Un intervento articolato e complesso che comporta una spesa stimata pari a 300mila euro.  “Ognuno potrà sostenere e partecipare economicamente – aggiunge il sindaco Massimiliano Pescini - anche con una piccola quota, alla valorizzazione culturale del bene pubblico, Art Bonus è uno strumento facile, concreto ed operativo per sostenere tutti insieme il patrimonio del nostro territorio”.

Le mura di San Casciano avvolgono il cuore dell’antico borgo medievale. Le origini risalgono alla metà del 1300. Attualmente rimangono visibili soltanto alcuni tratti del tracciato originario, documento straordinario per la lettura delle tecniche costruttive fiorentine del 300′. Il secondo progetto è l’ampliamento della biblioteca comunale. L’intervento permetterà di riorganizzare gli spazi interni e in particolare di aumentare quasi del doppio, fino ad una ottantina complessivamente, il numero delle postazioni destinate alla lettura e di creare specifici ambienti destinati ai più piccoli. La struttura dispone attualmente di un patrimonio di oltre 32mila documenti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »