Serristori, ancora slittamenti, la sindaca Mugnai non ci sta | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Serristori, ancora slittamenti, la sindaca Mugnai non ci sta Breaking news, Notizie dalla toscana

giulia mugnai sindaco comune unico

Figline e Incisa Valdarno - La sindaca di Figline e Incisa Valdarno Giulia Mugnai non ci sta. “L’ultimo incontro con la Asl non è stato positivo, i nuovi slittamenti per il potenziamento dell’Ospedale Serristori sono inaccettabili”, si legge in una lettera con cui la prima cittoadina ha aggiornato l’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi circa le tormentate e infinite vicende dell’ospedale Serristori. Nella lettera, Mugnai informa l’assessore, a seguito di un recente incontro con la Asl avuto insieme ai colleghi di Reggello e di Rignano sull’Arno, circa i continui ritardi nei lavori di riqualificazione della struttura; più volte infatti l’assessore ha preso a cuore le sorti del Serristori intervenendo in maniera risolutiva nei confronti dell’Azienda.

“Sul nostro ospedale servono interventi urgenti e segni tangibili di quell’impegno sul presidio di cui più volte tutti noi ci siamo fatti garanti nei confronti dei cittadini – spiega la sindaca Mugnai – purtroppo però nell’incontro con la Asl del 28 febbraio scorso sono emersi nuovi gravi ritardi sul primo stralcio di intervento da 3,5 milioni di euro, che prevede il completo rifacimento del Pronto Soccorso, oltre che di altri importanti servizi così come stabilito dai Patti territoriali siglati nel 2013”.

“Dall’Azienda Sanitaria – prosegue la sindaca – è inoltre emerso un nuovo slittamento delle tempistiche di potenziamento del Serristori anche sotto il profilo delle specialistiche e dei servizi presenti; l’Azienza, inoltre, non ha neanche fornito rassicurazioni sulle criticità in essere presso la struttura. Questi elementi preoccupano l’intera comunità e ci obbligano a riprendere in mano tutti insieme la situazione per imprimere una fondamentale accelerazione nel processo di applicazione dei Patti territoriali e garantire un’efficace risposta da parte del presidio ai bisogni del territorio. Le tempistiche e le modalità tratteggiate dalla Asl risultano inaccettabili e distanti dallo sguardo attento che dobbiamo avere nei confronti di chi vive una fragilità”.

Sulla base di questi sviluppi, la sindaca Mugnai si è quindi rivolta all’assessore Saccardi affinché si faccia garante, come accaduto in altre circostanze, della corretta applicazione dei Patti territoriali.

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »