Toscana, il rosso si stinge e la Lega mette il turbo | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Toscana, il rosso si stinge e la Lega mette il turbo Breaking news, Politica

seggi0

Firenze – La svolta è nei numeri: nonostante la Toscana si svegli ancora “rossa” col Pd che “tiene”, sugli undici collegi uninominali della Camera il partito di Renzi è indietro su sette. E se alcuni risultati rispettano le mappe storiche del voto regionale (Lucca la bianca, Arezzo nostalgica, Grosseto da sempre contesa al voto delle destre) mentre la “sorpresa” Pistoia era stata ormai metabolizzata, è su bacini insospettabili che si misura lo tsunami: Pisa, Prato, Massa.

A trainare la “riscossa” del centrodestra, anche in Toscana, è la Lega, che offre un risultato eccezionale: passa infatti dalla percentuale sotto l’1% del 2013, al 17%, risultato ribadito in entrambe le Camere. E’ vero, il Pd resta comunque il primo partito della Regione, mantiene il 30% alla Camera e resta davanti, sebbene con uno stacco molto ridimensionato, al Senato, ma comincia a sentire anche qui il fiato sul collo del M5S, che si afferma secondo partito della regione con il 24%. A fare le spese dell’exploit leghista è Forza Italia, che diminuisce al 10%, con una perdita rispetto al 2013 di meno 7-8%.

Al Senato, Collegio Plurinominale Toscana 1, ecco gli eletti – Collegi uninominali Lucca, eletto Massimo Mallegni (Forza Italia-coalizione centrodestra) 30,19%, seconda Sara Paglini, M5S, 27,17, solo terzo Andrea Marcucci; Prato, eletto Patrizio Giacomo La Pietra, del centrodestra, 35,55%, seconda Caterina Bini (Pd) 32,83%, Ubaldo Nannucci (M5S) col 24%; Sesto Fiorentino, grande risultato per Dario Parrini, Pd, eletto con quasi il 40%, e a Firenze Matteo Renzi risulta eletto col 43, 56%.

Risultano già eletti alla Camera nei collegi uninominali Gabriele Toccafondi (Firenze-Novoli), Rosa Maria Di Giorgi (Firenze Scandicci), Roberto Giachetti a Sesto Fiorentino, mentre a Lucca la spunta il candidato del centrodestra Riccardo Zucconi.

 

 

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »