Rossi a favore del Museo regionale della Resistenza | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Rossi a favore del Museo regionale della Resistenza Società

25_aprile_resistenza.jpg

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha dichiarato di essere a favore della costituzione di un Museo regionale della Resistenza. L'idea, lanciata dall'Anpi alla vigilia della Festa della Liberazione, è stata così accolta dal Governatore toscano: "La Regione è pronta a fare la sua parte per sostenere l'idea di un Museo regionale della Resistenza lanciata dall'Anpi attraverso Giorgio Pacini. Questi sono tempi difficili, in cui è necessario scegliere con oculatezza dove e come spendere, ma questa sarà una buona spesa perché serve a tenere viva la memoria e non c'è coesione sociale senza una storia condivisa". Rossi ha sottolineato il contributo fondamentale che la fabbrica fiorentina Pignone ha dato alla Resistenza, con la partecipazione agli scioperi per il pane e la pace del marzo del 1944. Fu un atto coraggioso dopo un ventennio in cui il Fascismo aveva proibito gli scioperi. Così la classe operaia fu protagonista e classe dirigente del Paese. E, a Firenze, fu Mario Fabiani ad organizzare insieme ai lavoratori quello sciopero che, partendo dal Pignone e dalla Galileo, coinvolse tante medie e piccole imprese, da Firenze a Prato a Empoli a Santa Croce. "Centinaia di uomini – ha concluso Rossi -  che manifestarono contro la guerra furono arrestati e deportati su carri bestiame con destinazione il campo di Mauthausen. Solo 71 tornarono a casa. Il Pignone pagò il suo contributo con sei deportati di cui uno solo, Luigi Leporatti, fece ritorno".

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »