Allenamenti aperti al pubblico ma il popolo viola non c’è | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Allenamenti aperti al pubblico ma il popolo viola non c’è Sport

sdr

Firenze - Allenamento aperto al pubblico, il secondo della gestione Pioli, ma per pochi intimi. Pochi, che hanno occupato prevalentemente i posti più vicini al terreno di gioco, ma comunque chiassosi nel farsi sentire con incitamenti e applausi. Una bella differenza però con l’allenamento a porte aperte dell’ultima volta, che seppur in giorno festivo – il 1 novembre – aveva fatto registrare circa 500 presenti. Applausi comunque  ricambiati dai giocatori ai primi passaggi sotto la maratona. In tribuna l’ex viola Kroldrup, interessato all’allenamento viola per conseguire il patentino nella sua Danimarca  e abbastanza stupito dall’atmosfera. A supervisionare c’erano in campo anche Antognoni, Freitas e Corvino. 

Erano assenti Hagi.e il portiere Cerofolini aggregati con la Primavera alla volta di Udine. C’erano invece e in gruppo Badelj, Lauruni e Thereau. Nella partitella Babacar è stato schierato nella squadra con più titolari e Simeone da  avversario provando tutti più di uno schema: al termine della seduta tanti palloni lanciati dai giocatori viola verso le tribune e un’improvvisata sessione di autografi
Print Friendly


Translate »