Isolotto Fondiaria, è ora di match ball | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Isolotto Fondiaria, è ora di match ball Sport

cacio_donne.jpg

 Dopo il successo casalingo sul fanalino di coda Ancona, convincente anche nella prestazione oltre che per il risultato, l’Isolotto Fondiaria, secondo a un punto dalla capolista Sinnai, si appresta a chiudere il girone di andata con due super sfide, che tra l’altro precedono la sosta natalizia (la prima in casa, la seconda in trasferta in Sardegna), che appaiono come degli autentici match ball per chiudere la prima metà del campionato al primo o al secondo posto del Girone A della serie A del calcio a 5 donne, il che garantisce l’accesso alla Finale a otto di Coppa Italia. Da segnalare che c’è anche il paracadute del terzo posto (accedono alla Finale di Coppa le due migliori terze dei due gironi), ma non è ora tempo di fare calcoli in tal senso.
Avversaria di domenica al PalaIsolotto di via dei Bassi (con fischio di inizio alle ore 15) è il Città di Breganze, formazione che segue in classifica le fiorentine di due lunghezze e quindi arriverà a Firenze per giocarsi il tutto per tutto. 
La squadra fiorentina appare in buona salute. Recuperata Elena Galluzzi (che domenica ha giocato a scartamento ridotto per la febbre), rientrerà nei ranghi anche Valentina Fambrini, domenica scorsa assente perché ospite di una puntata di “Quelli Che il Calcio” sulla Rai.
“Come organico il Breganze – spiega il tecnico dell’Isolotto Maurizio Colella – è sicuramente da considerare la seconda forza del girone, quindi non sono stupito della sua posizione di classifica, nonostante le dichiarazioni da parte loro tendenti a minimizzare gli obiettivi. Oltre a questo hanno anche un tecnico in grado di metterle bene in campo, quindi sono una squadra difficile da affrontare. Le giocatrici più importanti da tenere particolarmente d’occhio sono sicuramente capitan Nicoli e Troiano. E' una partita da dentro o fuori per ciò che concerne le Final Eight di Coppa Italia e questo sicuramente è uno stimolo in più per cercare i tre punti che ci permetterebbero di continuare a sperare nella qualificazione. Naturalmente siamo consapevoli della difficoltà della partita, così come siamo consapevoli che molto dipende da noi e dal nostro approccio al match. Le nostre avversarie sono costrette a vincere e questo credo che farà venire fuori una partita tatticamente aperta e spettacolare. Ci aspettiamo un grande pubblico al PalaIsolotto per darci una mano. Considerando anche che la Fiorentina non giocherà contemporaneamente, perché ha l’anticipo sabato sera con la Roma potrebbe essere l’occasione per tanti tifosi viola di trascorrere una domenica pomeriggio con noi per vedere del calcio un po’ diverso ma tecnicamente di livello”.
QUI VICENZA
La formazione ospite arriva a Firenze con una statistica non fantastica per quanto riguarda le partite in trasferta, con solo quattro pareggi conquistati fuori dalle mura amiche, e proverà a sfatare anche questo tabu. "Certamente con l’Isolotto – spiega il tecnico delle ospiti Turcato – ci giochiamo molte delle nostre aspettative di questa stagione. E se giochiamo come fatto contro il Portos qualsiasi obiettivo è raggiungibile".
Delle stesse idee è il presidente Merlo. "Sarebbe bellissimo conquistare il pass per la Coppa. Eravamo partiti per fare un campionato senza patemi e ottenere i punti necessari per salvarci il prima possibile e poi guardare al futuro. Essere qui a un passo dal partecipare alle finali di Coppa Italia è senza dubbio una grande impresa. Se non arriverà la qualificazione, comunque, guarderemo avanti. Ma di fatto sono soddisfatto, perché le ragazze, prima di tutto, sono riuscite a creare un bel gruppo di amicizie tra loro e di questi tempi non è poco".

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »