Var e Berna da Juve beffano la Fiorentina al Franchi | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Var e Berna da Juve beffano la Fiorentina al Franchi Sport

E8A4B397-C787-4127-9B50-C66A2C5A50B8

Firenze – Come da copione, un rigore non dato alla Fiorentina, un palo, un miracolo di Buffon e un gol dell’odiato ex di turno, Bernardeschi, danno la vittoria alla Juve ora capolista. Un 2 a 0, con Higuain al raddoppio  in contropiede,   che punisce oltre misura una Fiorentina combattiva sino  all’ultimo. Una Fiorentina  lungamente applaudita al termine dai suoi tifosi che poi si sono scagliati. in coro contro i Dellla Valle nonostante la visita di Andrea alla squadra prima della partita. Come da copione tante le polemiche, le recriminazioni in casa viola.

A nulla è valsa la  prova di carattere dei viola, con  Milenkovic al posto di Laurini infortunato e Gil Dias di nuovo preferito a Thereau, che nel primo  tempo hanno giocato alla pari, senza nessun timore reverenziale, lottando pallone su pallone, cercando di uscire dalla ragnatela imbastita da Allegri. Un atteggiamento,quello dei bianconeri, guardingo,  con qualche  rudezza di troppo,  con tanta pressione nei confronti dell’arbitro Guida. Forse conservandosi in vista del prossimo impegno in Champions.

La Fiorentina comunque non si risparmia e nemmeno il suo tifo in curva Fiesole con un tripudio di bandiere e sciarpe fantastico. Un tifo che contagia tutto lo stadio di fede viola sempre pronto a sussultare con il coro “Chi non salta bianconero è “ e che poi esplode all’inno  cantato da Narciso Parigi. E poi giù fischi e cori pesanti al primo pallone e seguenti toccati da Bernardeschi.

Ma nonostante la torcida viola, la partita stenta a decollare: la Juve è molto attenta, ricorre spesso a Buffon, chiude ogni spazio alle iniziative, poche, di Chiesa, Simeone, Gil Dias. Fino a quando, forse per troppa sufficienza, i bianconeri perdono un pallone in area, un pallone sanguinoso che Benassi recupera e cerca di mettere in mezzo con Chiellini che però para. Guida assegna il rigore ma viene circondato dai bianconeri che  proestestano per poi, dopo tre minuti di consultazioni del Var, avere  la meglio  con il rigore annullato per fuorigioco di Benassi o fallo su Alex Sandro.

La partita si infiamma sugli spalti e in campo dove volano calcioni con Lichtsteiner  ammonito per un fallo su Chiesa. Ma è un fuoco di paglia perché la Juve, con Marchisio nel mezzo, riesce a rimettere la gara sotto controllo, sotto ritmo, sotto le aspettative. Tranne quando al 37’ su palla riconquistata da un corner mal battuto dalla Juve, Chiesa penetra verticalmente a centrocampo dando a Gil Dias che è bravo a scattare e tirare in diagonale con Buffon battuto ma salvato dal palo. L’incontro ravvicinato tra Milenkovic e Higuain è l’ultima emozione del primo tempo nonostante i 4 minuti di recupero causa Var.

Nella ripresa è ancora la Fiorentina ad avere l’iniziativa ma a parte un tiro dalla distanza di Veretout finito fuori all’8’ si arriva all’episodio chiave della gara, al calcio di punizione per atterramento di Bernardeschi al limite dell’area. La posizione è buona, quasi al vertice dell’area, Bernardeschi ci sa fare e ci prova. Con successo perché il suo sinistro tagliato e veloce non lascia scampo a Sportiello piazzato male come la barriera. È il 55’ il Franchi di parte viola si gela, Bernardeschi non si risparmia ad esultare.

Ma la Fiorentina non ci sta, reagisce con rabbia, Buffon salva alla disperata su Thereau e quando Bernardeschi al 77’ a passo di lumaca lascia il posto a Bentancur, viene giù lo stadio dai fischi. A nulla vale l’ingresso in campo di Thereau e Eysseric per Gil Dias e Benassi, il muro bianconero regge. E anzi approfitta di un errore di Biraghi che tiene in gioco Higuain lanciato in verticale da Chiellini per il raddoppio all ‘85’.

Fiorentina – Juventus 0-2

FIORENTINA: Sportiello, Milenkovic, Astori, Pezzella, Biraghi, Veretout, Badelj, Chiesa, Benassi (dal 77, Eysseric) Gil Dias (dal 67’ Thereau), Simeone. A disp. Dragowski, Cerofolini, Olivera, Hugo, Gaspar, Dabo, Cristoforo, Eysseric, Saponara, Thereau, Falcinelli, Lo Faso.

All. Pioli
JUVENTUS: Buffon, Lichsteiner, (dal 60’ Barzagli), Benatia, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Marchiso(dal 65’ D. Costa), Bernardeschi (dal 77’ Bentancur), Higuain, Mandzukic. A disp. Szczesny, Pinsoglio, Barzagli, De Sciglio, Rugani, Asamoah, Sturaro, Betancurt, D. Costa.

All. Allegri

Arbitro : Guida di Torre Annunziata

Reti:al 55’ BErnardeschi, all’85’ Higuain

Amm Lichtsteiner, Gil Dias, Alex Sandro, VEretout, Thereau, Biraghi, Benatia

Spetttori 32563

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »