Ciclismo dilettanti, arresti per doping a Lucca | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Ciclismo dilettanti, arresti per doping a Lucca Breaking news, Cronaca

doping_medicaldrugeffects_com.jpg

ucca – Parte da Lucca, l’indagine nel mondo del ciclismo che ha portato a una serie di arresti per doping nei confronti dei dirigenti di una delle maggiori squadre dilettanti del ciclismo italiano.  L’operazione è ancora in corso da parte della Polizia. Le misure cautelari riguardano il proprietario del team, l’ex direttore sportivo e un farmacista che riforniva i ciclisti dei farmaci vietati dalla normativa sul doping in assenza di prescrizione medica. L’indagine, condotta dagli uomini della squadra mobile di Lucca e da quelli del Servizio centrale operativo, prese il via alla morte improvvisa, avvenuta il 2 maggio scorso, di una giovane promessa del ciclismo, Linas Rumsas, 21 anni. Il giovanissimo sportivo era figlio dell’ex ciclista professionista lituano Raimondas. L’inchiesta che ha portato agli arresti odierni non sembra tuttavia legata alla morte del giovane atleta. La squadra mobile di Lucca e quelli del Servizio centrale operativo (Sco) hanno attuato diverse perquisizioni in tutta la Toscana.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »