Dino Compagni, dopo il secondo incendio trasferita la scuola | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Dino Compagni, dopo il secondo incendio trasferita la scuola Breaking news, Cronaca

Dino_Compagni-2wp5na9syoitpeooond1j4

Firenze - La scuola Dino Compagni sarà trasferita nei locali della Carducci fino al termine delle vacanze di Natale. É quanto è stato deciso al termine del sopralluogo effettuato questa mattina dalla vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi con i tenici dell’amministrazione comunale e i vigili del fuoco. Come si ricorderà era ospitata al primo piano dell’ex Istituto dei Ciechi di via Nicolodi, a Campo di Marte, interessato da un incendio lunedì sera.
L’istituto non presenta alcun problema strutturale ma solo di umidità (nelle poche aule interessate, quelle immediatamente sotto gli uffici andati a fuoco nell’incendio) a causa della grande quantità d’acqua utilizzata per avere ragione delle fiamme. Personale della direzione servizi tecnici e della direzione istruzione sono già al lavoro per riallestire le classi nella scuola Carducci che, a partire da lunedì 11 dicembre, accoglierà temporaneamente gli studenti della Dino Compagni. Per asciugare le infiltrazioni nelle classi interessate saranno tolti i pannelli impregnati di acqua, lasciate aperte le finestre e fatto funzionare ininterrottamente l’impianto di riscaldamento.

Quanto al secondo piano dell’ex Istituto dei Ciechi i vigili del fuoco hanno interdetto, dal punto di vista statico, le quattro stanze distrutte dall’incendio. Per tutte le altre l’interdizione è stata decisa per motivi igienico-sanitari vista la grande quantità di polvere e fuliggine che si è accumulata. In questo caso i lavori dureranno tutto il mese di dicembre ma gli uffici saranno già operativi a partire da martedì prossimo. I dipendenti comunali lavoreranno parte a Villa Arrivabene e parte nei locali della Biblioteca Pieraccioni, al piano terra dell’ex Istituto dei Ciechi. Anche in questo caso gli operai della direzione servizi tenici hanno già allestito le postazioni, mentre le ditte esterne termineranno il lavoro tra sabato e domenica prossimi.
«L’amministrazione che qualcuno ritiene incapace di occuparsi delle piccole cose indispensabili – ha commentato la vicesindaca Giachi – è riuscita in due giorni a riattrezzare una scuola in altri locali, produrre personale di supporto all’amministrazione statale, assumendo 10 custodi attivi già da lunedì, riallestendo uffici e postazioni». «Tutto il personale, che ringrazio per la risposta di queste ore, e di cui sono orgogliosa – ha aggiunto – è stato messo in condizione di svolgere il proprio lavoro. Francamente certe forme di sciacallaggio che sfruttano un evento come un incendio del quale ancora si ignorano le cause, mi lasciano stupita. In queste ore, mentre certi pontificano, ci sono dipendenti comunali, ottimi dirigenti, vigili del fuoco, vigili urbani che stanno fronteggiando con impegno ed efficacia un evento straordinario».

Print Friendly


Translate »