Piano parcheggi, i residenti potranno acquistare il “posto fisso” | StampToscana
after festival reggio emilia
logo stamptoscana
badzar
after festival reggio emilia
badzar

Piano parcheggi, i residenti potranno acquistare il “posto fisso” Cronaca

nardelons

Firenze – In arrivo un fiume di posti auto in città. Sono 7mila, per l’esattezza, le soluzioni di parcheggio approvate quest’oggi dalla giunta comunale, da realizzarsi entro la fine del mandato Nardella. “L’obiettivo – ha detto il sindaco, che stamattina ha illustrato il nuovo masterplan parcheggi – è togliere le auto dalle strade e offrire più servizi ai cittadini”.

Le soluzioni si articolano tra 21 parcheggi pertinenziali (ad uso dei residenti) e 19 parcheggi pubblici, tutti prevalentemente interrati. Dunque presto si inizierà a scavare, tanto in centro quanto in periferia. La vera novità, tuttavia, riguarda i parcheggi di pertinenza e sta nella chance offerta ai residenti di partecipare direttamente alla realizzazione della struttura: grazie anche all’abbattimento del costo del diritto di superficie (dal 40 al 60% in base alle zone interessate), di durata novantennale, il Comune apre alla possibilità di unirsi in cooperative o di accordarsi alle imprese di gestione, per richiedere la concessione dell’area.

Il costo del diritto per un posto auto in parcheggio interrato in Zona 1, ad esempio, passa dagli attuali 7mila euro a circa 4mila. Non è ancora chiara l’entità dell’investimento a carico del cittadino interessato al “posto fisso”; anche qui molto dipende dalla struttura che si andrà a costruire (leggi: scavare), ma in linea di massima la spesa – assicura l’assessore Giorgetti“si aggirerà intorno ai 15-20mila euro”. I bandi usciranno a breve.

Le aree interessate dai parcheggi pertinenziali sono state individuate in Via dei Renai, Viale Ariosto, Viale Giovine Italia, Piazza Tasso, Piazza Indipendenza, Piazzale di Porta Romana, Via Scialoja, Via del Mezzetta, Via dei Sette Santi, Via del Madonnone, Piazza Rosati, Piazza Ferraris, Piazza Ravenna, Largo del Boschetto, Piazza dei Tigli, Via del Romito, Via Ragazzi del ’99, Viale Corsica, Largo Cantù, Piazza Giorgini e Piazza Baldinucci.

Sono invece pensati per la sosta di rotazione (dunque a pagamento, ad eccezione che per i residenti) i 19 parcheggi pubblici finanziati in parte dagli enti e in parte dai privati, attraverso gare o project finacing. Tra questi, parcheggi attesi da molti anni – come quelli dell’Oltrarno – e altri in zone più periferiche, che si sommano alle soluzioni in via di collaudo (in parte avviate dalla giunta Renzi). Tra questi, i parcheggi dell’ Anguillara e del Parione (per motorini), Pratellino, Vinta e Antella, Ronco Lungo e Arnoldi, Stradella, Frà Filippo Lippi e Villa Demidoff.

In superficie, unicamente nel Q1, Piazza della Libertà, Vittorio Veneto, Torre della Zecca e Lungarno Vespucci. Sono in arrivo anche nuovi 80 porti auto alla Stazione Leopolda, ben 150 alle Due Strade, 600 a Villa Costanza e tra i 1500 e i 3mila allo Scambiatore di Peretola.

L’approvazione del progetto parcheggi si accompagna all’approvazione del piano di espansione della linea tramviaria a Sesto, Campi Bisenzio e Bagno a Ripoli, a cui oggi è stato dato il definitivo nulla osta. In parte finanziato da fondi europei, il progetto vedrà le casse comunali sborsare circa mezzo milione di euro per avviare le progettazioni della Linea 4, che legherà la Leopolda alle Piagge (e successivamente a Campi) e l’estensione della Linea 2 – già in via di costruzione – che, da Peretola, sarà estesa fino al polo universitario di Sesto Fiorentino.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »