Smart city, la giunta fiorentina dà il via alla control room | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Smart city, la giunta fiorentina dà il via alla control room Breaking news, Cronaca

Palazzo Vecchio, sede storica del Comune di Firenze

Firenze – Una sola grande stanza che racchiuderà il controllo del traffico, dei semafori, dell’illuminazione e di tutto quello che ha a che fare con la sorveglianza e la gestione della città, compresa la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade. La “control room” di tutta Firenze che raggrupperà in un unico grande spazio quella che diventerà la centrale operativa della città. È quanto è stato approvato nel corso dell’ultima giunta con una delibera dell’assessore Lorenzo Perra che sta portando avanti il potenziamento della Smart City. Con questa delibera di fatto si dà il via libera al percorso che prevede di raggruppare in un solo luogo la cabina di regia di tutte le centrali di controllo della mobilità, della gestione e manutenzione della viabilità, dei sistemi di videosorveglianza, del traffico di bus urbani e tramvie, oltre alla centrale di controllo del servizio di raccolta rifiuti e spazzamento stradale, della polizia municipale e dei vigili del fuoco. La “Smart City Control Room” è di fatto l’elemento centrale della strategia di azione e monitoraggio della città con particolare riferimento al miglioramento della mobilità nell’area metropolitana di Firenze quale centro operativo della gestione dei sistemi di Smart City e sarà il luogo ideale anche per la gestione dei grandi eventi che richiedono l’ospitalità anche fisica dei soggetti normalmente presenti in collegamento, in modo da incrementare le capacità di coordinamento edimpatto delle azioni e dei servizi. 

La “Smart City Control Room” deve essere ospitata in una sede che preveda un insieme di spazi adeguati alla gestione dei servizi tipici della sala di controllo (come la sala operativa generale, la sala coordinamento, gli spazi per le gestioni di servizi verticali unitamente alle postazioni operative, i videowall e i sistemi di videoconferenza). Visto che la società Silfi spa ha tra le sue funzioni tutte quelle inerenti alla Smart City, ed è quindi il gestore naturale di questo tipo di sistema, essendo già peraltro nelle loro competenze alcune macroattività (come l’illuminazione intelligente o la centralizzazione semaforica) e altre naturalmente destinate come si evince dalla società stessa quale società di “servizi Smart City” è individuata la sede di Silfi spa, in via della Robbia n. 47 come luogo che ospiterà la control room. “La Smart city sta decollando – ha detto l’assessore all’innovazione tecnologica Lorenzo Perra – e la realizzazione della control room è un tassello importante nella costruzione della Firenze del futuro. Avere in un unico luogo la centrale operativa il controllo di tutte le attività, i servizi e la mobilità renderà molto più semplice, rapido e veloce l’intervento in caso di necessità”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento


Translate »