Soldi per assistenza agli immigrati finivano in conti personali | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Soldi per assistenza agli immigrati finivano in conti personali Breaking news, Cronaca

soldi

Siena – I soldi destinati all’assistenza e al sostentamento degli immigrati finivano in conti correnti personali. La vicenda è stata scoperchiata dalla Guardia di Finanza senese su segnalazione della stessa prefettura, e si svolgeva in tre centri del territorio di Siena. Le Fiamme Gialle hanno arrestato un uomo, considerato la mente dell’operazione, e denunciato altre tre persone tra cui un sacerdote della diocesi di Grosseto, oltre a sequestrare beni per 317 mila euro. Secondo quanto ricostruito dalla GdF, tra il 2015 e il 2018, almeno 600 mila euro dei compensi percepiti dall’impresa creata ad hoc, e nata dalle ceneri di una società fallita nel 2014, non sono stati utilizzati per i servizi di accoglienza e assistenza degli immigrati ma distratti verso conti correnti personali. Per fare ciò si sarebbe giunti a turbare la regolarità di alcune gare di appalto per l’accoglienza di cittadini stranieri indette annualmente dalla prefettura di Siena.  Per tutti e quattro l’accusa è di turbativa d’asta, appropriazione indebita e autoriciclaggio. 

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »