Statistica, servizio unico Comune di Firenze-Città Metropolitana | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany
blog words
Il blog di Francesco Colonna
America

Statistica, servizio unico Comune di Firenze-Città Metropolitana Breaking news, Cronaca

statistica.jpg

Firenze – Al via il percorso per giungere a un servizio unico di statistica per Comune di Firenze e Città metropolitana: il primo step è stato  l’approvazione in Consiglio comunale della convenzione per l’esercizio condiviso della raccolta ed elaborazione dei dati. L’accordo, presentato dall’assessore alla Statistica Lorenzo Perra, rappresenta il primo passo verso la costituzione di un ufficio unico di statistica.
“Grazie a questa convenzione con la Città metropolitana – ha spiegato Perra – l’ufficio di statistica del Comune di Firenze, che lavora in questo momento solo per l’Amministrazione comunale, affiancherà nella raccolta ed elaborazione dei dati anche la Città metropolitana. L’obiettivo è quello di arrivare alla costituzione di un ufficio che eserciti in forma associata questa mansione, svolgendo un ruolo funzionale al Comune di Firenze, alla Città metropolitana e a tutti i comuni che gravitano nella provincia di Firenze”.
Il percorso, una volta a regime, dovrà assicurare efficacia all’esercizio delle funzioni, ricercando l’efficienza nella gestione delle risorse disponibili, la produzione di informazioni statistiche al minimo dettaglio territoriale compatibile con la natura delle fonti statistiche e delle tecniche di rilevazione dei dati, la valorizzazione e lo sviluppo professionale degli addetti, nel rispetto dei requisiti professionali richiesti agli enti che partecipano al Sistema statistico nazionale.

Comune di Firenze e Città metropolitana avvieranno il processo di costituzione dell’ufficio di statistica associato metropolitano di Firenze, promuovendo la partecipazione di tutti i Comuni del territorio. L’esercizio della funzione condivisa vedrà come capofila il Comune di Firenze, che metterà a disposizione le necessarie risorse professionali. L’accordo avrà una validità di quattro anni e sarà rinnovabile alla scadenza

Print Friendly


Translate »