Viadotto Marco Polo, ancora 10 giorni di disagi | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

Viadotto Marco Polo, ancora 10 giorni di disagi Cronaca

scarpata_e_traffico.jpg

I tecnici hanno ormai appurato che i primi sospetti erano veri: il cedimento della scarpata del viadotto Marco Polo è stato causato da infiltrazioni di pioggia che hanno provocato il franamento del terreno. La conseguenza: restringimento delle corsie a una sola carreggiata, rimodulamento dei tampi dei semafori e chilometri di code.
“La situazione non è semplice – spiega l’assessore alla mobilità e manutenzioni Massimo Mattei – e sarà necessario effettuare un intervento di consolidamento che andrà avanti per più giorni, giorni che non saranno facili per la circolazione cittadina. Ovviamente lavoreremo senza sosta per risolvere quanto prima il problema”. 

Per quanto riguarda i lavori, è stata avviata la procedura per un affidamento in somma urgenza in modo da individuare quanto prima la ditta per effettuare i lavori. L’intervento però si presenta particolarmente complesso: è infatti necessario procedere al consolidamento della scarpata su cui poggia la rampa finale del viadotto. Gli uffici della direzione mobilità e infrastrutture stanno già mettendo a punto il progetto che dovrebbe consistere in un consolidamento con micropalificazione. Ovvero nel terreno che sta cedendo verranno inseriti micropali in acciaio che arriveranno ad una profondità di circa 20 metri. Si tratta quindi di un intervento per il quale saranno necessari almeno una decina di giorni di lavori. Gli automobilisti saranno informati del disagio con avvisi nei pannelli autostradali.

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »