“Con dolce forza”: la grande arte degli Uffizi a Bagno a Ripoli | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany

“Con dolce forza”: la grande arte degli Uffizi a Bagno a Ripoli Video del Giorno

Bagno a Ripoli – In occasione della festa delle donne il Comune di Bagmo a Ripoli insieme con la Galleria degli Uffizi ha organizzato nell’oratorio di Santa Caterina delle Ruote  a Ponte a Ema la Mostra “Con dolce forza”. Donne nell’universo musicale del Cinque e Seicento.

La mostra, che sarà aperta fino a a domenica 13 maggio, è stata inaugurata  da Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Francesco Casini, Sindaco di Bagno a Ripoli, Laura Donati, Curatrice della mostra e Annalisa Massari, Assessore alla Cultura del Comune di Bagno a Ripoli.

Un’esposizione di inestimabile pregio e valore che raccoglie dipinti, autoritratti, incisioni, documenti e volumi a stampa dedicati alle maggiori protagoniste del panorama musicale a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, con particolare attenzione alla corte dei Medici ma con illustri esempi rappresentativi anche di altri contesti storico-culturali. Donne di talento e innovatrici con cui la musica, fino al Seicento elemento basilare dell’educazione femminile da apprendere ed eseguire esclusivamente in ambienti familiari o conventuali strettamente privati, si evolve in attività professionale, con risvolti pubblici e di grande prestigio.

Tra le opere in mostra, ci sono il celebre autoritratto di Marietta Robusti, detta “Tintoretta”, figlia prediletta dell’omonimo artista, musicista e lei stessa pittrice, ritratta con una spinetta e uno spartito; testimonianze documentali relative a Francesca Caccini, compositrice passata alla storia per essere la prima donna ad aver scritto un’opera (“La liberazione di Ruggiero dall’Isola di Alcina”, 1625); il ritratto della “Cantatrice” dei Medici Checca Costa e quello di Vittoria della Rovere, madre del Graduca Cosimo III, grande amante delle arti e mecenate; l’autoritratto di Lavinia Fontana, seduta al cembalo, e quello di Arcangela Paladini.

 

Il video è stato realizzato dalla Redazione Florence Multimedia. 

Print Friendly

Lascia un commento


Translate »