Il patto dei 39 Comuni per rilanciare la Via Francigena | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany
blog words
Il blog di Francesco Colonna
Voltagabbana

Il patto dei 39 Comuni per rilanciare la Via Francigena Turismo, Video del Giorno

Firenze – I 39 comuni attraversati dalla via Francigena si sono aggregati in quattro aree (Nord, Centro Nord, Centro Sud e Sud) e hanno stipulato un patto con la Regione. Grazie a una convenzione firmata oggi, la Regione affiderà agli enti locali il compito di gestire e pianificare l’accoglienza e l’informazione turistica, le attività di manutenzione periodica ordinaria dei tracciati escursionistici, la promozione e comunicazione nell’ambito del prodotto omogeneo ed il monitoraggio e l’analisi dei flussi turistici.

L’accordo porterà dunque a una politica coordinata e condivisa fra Comuni della Toscana: “I Comuni si riappropriano della loro storia e si impegnano in politiche di promozione e valorizzazione che creino ricchezza, coordinando eventi e racconti, stimoli che facciano da richiamo a quello che si può definire il giardino della Toscana”, ha detto l’assessore alle attività produttive e turismo Stefano Ciuoffo.

Queste le 4 aggregazioni di Comuni: Nord, Centro Nord, Centro Sud e Sud.

  • L’aggregazione Nord comprende i comuni di Pontremoli, Filattiera, Villafranca in Lunigiana, Bagnone, Licciana Nardi, Fosdinovo, Aulla, Carrara, Massa, Montignoso.
  • Dell’aggregazione Centro Nord fanno parte Seravezza, Pietrasanta, Camaiore, Massarosa, Lucca, Capannori, Porcari, Montecarlo, Altopascio, Ponte Buggianese.
  • All’aggregazione Centro Sud appartengono Fucecchio, Santa Croce, Castelfranco, San Miniato, Castelfiorentino, Montaione, Gambassi.
  • Infine, l’aggregazione Sud comprende San Gimignano, Colle di Val d’Elsa, Monteriggioni, Siena, Monteroni, Buonconvento, Montalcino, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Radicofani, San Casciano dei Bagni, Abbadia San Salvatore.

I Comuni capofila della 4 aggregazioni sono rispettivamente, Pontremoli-Massa, Lucca, Fucecchio e Siena

Il video è stato realizzato da InToscana per la Regione Toscana

Print Friendly


Translate »