Riflettori europei su Pistoia capitale cultura 2017 | StampToscana
energee3
logo stamptoscana
thedotcompany
blog words
Il blog di Francesco Colonna
America

Riflettori europei su Pistoia capitale cultura 2017 Video del Giorno

Bruxelles - Pistoia capitale italiana della cultura 2017 oggi sotto i riflettori a Bruxelles. Un appuntamento al Parlamento europeo – organizzato dalla vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, insieme all’onorevole Silvia Costa, a Toscana Promozione, al Comitato Promotore di Pistoia Capitale, all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e all’Enit al Parlamento europeo – “che vuole sottolineare i risultati lusinghieri di una politica nazionale che stimola la progettazione integrata territoriale, seguendo le linee guida europee. Con il titolo di capitale della cultura viene premiata la progettazione integrata e partecipata come leva necessaria delle politiche pubbliche in campo culturale. Proprio su questo approccio si giocherà lo sviluppo a base culturale dei nostri sistemi locali.”.

Così la vicepresidente Monica Barni ha aperto nel pomeriggio la tavola rotonda sul ruolo delle “Capitali della cultura, sinergie tra politiche locali, nazionali ed europee come stimolo per la crescita e lo sviluppo” a cui hanno partecipato il commissario alla cultura Tibor Navracsics, Silvia Costa, il vicepresidente del Consiglio della città di Birmingham e presidente del Forum della cultura di Eurocities, Ian Ward, il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli, il sindaco di Mantova (Capitale Italiana della cultura 2016) Matteo Palazzi, il vice sindaco e assessore alla cultura di Mons, Savine Eron, il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, il Sindaco di Umeå (Svezia) Marie-Louise Rönnmark.

L’iniziativa è proseguita in serata con uno spettacolo della Compagnia Virgilio Sieni, coreografo fiorentino, che si è tenuto al Teatro De Vaudeville, nella Galerie de la Reine, preceduto da una degustazione di prodotti tipici toscani. La vicepresidente della Regione Toscana, Monica Barni, è intervenuta a salutare i presenti affiancata dall’Incaricato d’Affari della Ambasciata Italiana presso il Belgio, Andrea Esteban Samà e dal direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, Paolo Grossi.

Print Friendly


Translate »