energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

120 artisti fiorentini negli scatti di Domenico Viggiano Cultura

Firenze – Inaugura giovedì 6 novembre alle ore 17.00, presso la Sala Esposizioni dell’Accademia delle Arti e del Disegno la mostra Viggiano Fotografo. Artisti all’Accademia delle Arti e del Disegno.

Per l’occasione saranno esposte oltre 120 fotografie che Domenico Viggiano ha scattato ad artisti nel corso della sua lunga frequentazione all’Accademia di Belle Arti, dapprima come studente e, successivamente, come direttore dell’istituto.

Le foto, tutte in bianco e nero, rappresentano un’interessante fonte documentaria della vita artistica fiorentina nella seconda metà del Novecento.

Da Primo Conti a Pietro Annigoni, da Quinto Martini a Ferdinando Farulli, Viggiano cattura il dato psicologico, immortalando i soggetti nelle loro espressioni quotidiane e nei loro gesti abituali.

Una galleria di personaggi che comprende lo stesso autore, in un affascinante autoritratto allo specchio con Quinto Martini, sulla scia di una tradizione che ha illustri antecedenti nella pittura fiamminga del XV secolo.

Domenico Viggiano nasce a Irsina (Matera) il 25.02.1943. A 13 anni si iscrive all’Istituto Statale d’Arte a Bari e nel 1960 si trasferisce a Firenze e inizia a studiare all’Accademia di Belle Arti: con Antonio Berti e Giulio Pierucci scultura e incisione con Rodolfo Margheri e Giuseppe Viviani. Si diploma nel 1964 e tre anni dopo diventa docente di tecniche dell’incisione, prima all’Accademia di Belle Arti di Lecce, poi a Carrara, e dal 1972 ottiene la titolarità della cattedra di incisione all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Sempre nel 1972 viene eletto Vice Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, incarico che conserva fino al 1983, per passare poi a dirigere l’illustre istituto. E’ membro dell’Accademia delle Arti del Disegno; già Presidente della Sezione Artisti della Compagnia del Paiolo; Presidente del Gruppo Donatello. Dal 1983 al 1995 è stato docente per la grafica alla Scuola Internazionale d’Arte grafica Il Bisonte. Dal 1999 è Presidente del premio Internazionale d’incisione città di Monsummano Terme che ha raggiunto l’ottava edizione. Dal 2002 è stato docente a contratto per cinque anni al corso di laurea in Cultura e Stilismo della Moda presso l’Università degli Studi di Firenze con un insegnamento in Tecniche fotografiche. La fotografia è la grande passione di Viggiano, coltivata fin dall’infanzia. Numerose sono le pubblicazioni che documentano il suo grande interesse per il mondo che lo circonda: dalle splendide immagini della sua terra natia (cfr.G. Iacovelli, Terra di Lucania. Con foto di Michele e Domenico Viggiano, Fasano (Brindisi), 1995) agli affascinanti interni degli studi dei suoi maestri e colleghi (Studio d’artista: omaggio a Oscar Gallo. Cinquanta fotografie di Domenico Viggiano, cat. mostra Firenze, 1995).La scultura resta comunque il fine a cui tende tutta l’arte di Viggiano che, con i suoi disegni, acquerelli, incisioni e dipinti, progetta immagini tridimensionali che si proiettano nel tempo e nello spazio il cui tema ricorrente è la figura umana.

Nella foto: Silvio Loffredo

Print Friendly, PDF & Email

Translate »