energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

15 bambini bielorussi ospiti della Misericordia di Prato Notizie dalla toscana

Oggi l’Arciconfraternita pratese ha accolto 15 bambini bielorussi nella propria sede di via Galcianese. A fare gli onori di casa il Governatore Maria Petrà che in qualità di consigliere nazionale delle Misericordie di Italia e responsabile del progetto “Amici senza frontiere” ha seguito personalmente il soggiorno dei piccoli ospiti. Per Prato si tratta della prima partecipazione a uno scambio che ormai da quasi 18 anni vedono coinvolte le Misericordie italiane e quelle della Bielorussia. “Una esperienza – spiega Valentina Kolossova, presidente della fondazione Misericordia e Salute di Minsk e capo della comitiva – nata col tempo che si è fortificata” dopo la disgrazia di Chernobyl. Si tratta di bambini con disagio sociale, orfani, e ragazzi con disabilità fisica o psichica. “Ogni anno – dice Maria Petrà –alcune sezioni italiane ne ospitano quasi 500”.

Oltre alla parte ludico-ricreativa le Misericordie, e questo è il punto essenziale dell’iniziativa, offrono ai piccoli assistenza sanitaria e controlli medici sicuri  e affidabili, cosa che non è assicurata nel loro paese d’origine. “Il disastro di Chernobyl purtroppo colpisce ancora – aggiunge la Kolossova – si calcola che ogni anno in Bielorussia 290 bambini si ammalano di tumore. Un triste dato che pochi conoscono e che purtroppo il nostro Stato ammette con difficoltà”. La giornata pratese è stata resa possibile grazie alla disponibilità della Misericordia di Firenze e di Castel Bolognese.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »