energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

150 uomini delle forze dell’ordine nelle ore critiche per controllare la movida Breaking news, Cronaca

Firenze – Tentativo di controllare la movida: aumento delle pattuglie e servizi di sorveglianza più severi nelle ore critiche con l’impiego di 150 uomini delle forze dell’ordine, ma anche incremento dell’illuminazione pubblica nell’Oltrarno e installazione di bagni chimici per garantire il decoro. E’ questo il bilancio, con le misure più significative, del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito oggi in prefettura. La riunione, che è stata convocata dal prefetto Laura Lega, ha visto fra i partecipanti il cardinale Giuseppe Betori, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’assessore comunale Andrea Vannucci, il soprintendente ad archeologia, belle arti e paesaggio Andrea Pessina e i vertici provinciali delle forze dell’ordine.

“Il vertice – spiega una nota congiunta di Comune e Prefettura – è partito dall’esame della situazione e ha tenuto conto della straordinaria stagione in atto che vede prioritaria la necessità di contemperare, con equilibrio, le esigenze di ripresa delle attività economiche, fortemente provate dal lockdown, il diritto alla quiete e al riposo degli abitanti, la libertà di socializzare e la tutela della salute pubblica. Da ciò l’obiettivo di individuare una strategia condivisa che permetta di “governare” questa delicata fase.

 I dati complessivi danno conto del grande impegno delle forze di polizia statuali e municipali, e i risultati raggiunti evidenziano la capacità di risposta assicurata contro i fenomeni criminali, come testimoniato anche da ultimo dalle importanti operazioni alle Cascine di Firenze contro il fenomeno dello spaccio di droga.

L’esame della prima applicazione delle “linee guida” varate negli scorsi giorni in Prefettura sta dando riscontri positivi, ma il Comitato ha deciso di rafforzare l’azione sinergica contro la “mala movida”, procedendo ad una ulteriore implementazione delle misure”, nelle direzioni di cui sopra.

Il sindaco, inoltre, ha dato disponibilità a intervenire nuovamente su ulteriori restrizioni relative alla vendita da asporto di alcolici e superalcolici, in accordo con le associazioni di categoria. Infine il prefetto ha stabilito di fare un bilancio del patto “Firenze Sicura”, siglato due anni fa. La prossima settimana si riunirà la cabina di regia per valutare quello che è stato fatto e quali azioni adottare per il futuro.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »