energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Turismo, la stagione toscana inizia in accelerazione Breaking news, Turismo

Firenze – Stagione turistica Toscana, si parte con la marcia innestata. Intanto, il mese di aprile, grazie alla cadenza ravvicinata della Pasqua e del ponte del 25 aprile, ha visto il superamento del 2,8 milioni di pernottamenti (con una crescita del +8% rispetto al 2016). Anche il ponte del 1 maggio si è chiuso in crescita, con circa 300 mila presenze (+1,8 rispetto allo stesso periodo del 2016) ed un giro d’affari di circa 40 milioni di euro. I dati giungono dalla residenza della Confesercenti toscana e sono tali da riempire di ottimismo tutti gli attori del settore, che nell’immediato futuro possono contare anche su ottime speranze per il lungo ponte del 2 giugno.

Se  a contribuire alla crescita sono soprattutto gli stranieri, si registra tuttavia  un aumento anche del flusso di italiani, in particolare nelle località balneari. “Le presenze si concentreranno soprattutto nel sistema ricettivo ufficiale (oltre 500 mila pernottamenti) ai quali si devono aggiungere oltre 300 mila circa di presenze in altre strutture ricettive (locazioni turistiche, case di proprietà, etc…), che complessivamente produrranno consumi turistici per circa 80 milioni di euro”, si legge nella nota diramata da Confesercenti.

A dare  il quadro della situazione è un’indagine previsionale dei flussi turistici svolta da CST – Centro Studi Turistici per Confesercenti su 1.819 operatori della ricettività, sia alberghiera che extra-alberghiera a livello nazionale.

Il trend che ne esce è positivo per tutte le tipologie di prodotto turistico, anche se con crescite diversificate. “Molto bene l’intera costa toscana (con un tasso di occupazione delle camere disponibili online intorno al 93%), trainata dalle condizioni meteo favorevoli; ottimi numeri, anche, per le città d’arte come Firenze (con un tasso di occupazione delle stanze disponibili al 90%), Pistoia, Siena, Pisa, Arezzo e Lucca che si confermano al top in Italia per numero di presenze. Numeri significativi fa registrare, inoltre, la campagna toscana (tassi di occupazione intorno all’88%); che è particolarmente ambita fra i turisti stranieri alla ricerca di relax, tranquillità e specialità enogastronomiche. Il tutto esaurito si registra nell’area del Mugello e nelle aree contigue grazie al Motomondiale in scena dal 2 al 4 giugno all’Autodromo del Mugello. Più basse le percentuali di occupazione per questo lungo week end per le nostre località montane e termali”.

La Toscana e la Liguria risultano le regioni che registrano le percentuali più elevate di camere già riservate “con un tasso di occupazione intorno al 90% (oltre 2 punti in aumento rispetto alla stessa rilevazione del 2016), quasi 10 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale”.

La nostra regione si conferma tra le mete più ambite, dal turismo nazionale e straniero, del nostro Paese; e dopo un primo trimestre del 2017 piatto, i ponti di primavera hanno dato una forte spinta al settore turistico in Toscana – dice Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana – I dati registrati, anche per il ponte del 2 giugno, consolidano il trend positivo del settore turismo; arte, mare, paesaggi, offerta ricettiva di qualità ed enogastronomia svolgono una funzione di traino per l’intera regione. Presenze al top lungo la zona costiera e nelle città d’arte confermano la varietà e qualità dell’offerta turistica della Toscana. L’avvio positivo della stagione turistica, ci fa ben sperare per l’incremento del livello occupazionale”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »