energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

2.140.716 euro per mettere in sicurezza la Fi-Pi-Li Cronaca

Firenze – Oltre 2 milioni e 140mila euro per sistemare in maniera definitiva il dissesto sulla Fi-Pi-Li all’altezza del chilometro 10+500 della superstrada nel comune di Lastra a Signa. Passa all’unanimità nel Consiglio della Città Metropolitana la delibera sugli interventi per rimettere in sesto l’arteria dopo il movimento franoso causato delle incessanti piogge che ai primi di gennaio ha interessato il muro di sottoscarpa prospiciente la strada comunale Via dei Carcheri, causandone il ribaltamento per un’estensione di circa 80 metri ed un’altezza di 10. Il documento è stato illustrato dal Consigliere Delegato alla viabilità nell’area Signe Angela Bagni. I primi interventi sono stati realizzati dalla Città Metropolitana, scongiurando l’estensione della frana alla carreggiata di monte, ma non risultando sufficienti a garantire la riapertura al transito della carreggiata danneggiata. Così per mettere in sicurezza la frana, visto anche il rischio di rottura della tubazione del gas, Avr ha continuato a porre in essere tutti gli interventi necessari per il ripristino delle condizioni di sicurezza.

“La città metropolitana – commenta il vicesindaco metropolitano Brenda Barnini – non si tira indietro dalle proprie responsabilità e mette in campo anche con lo strumento della somma urgenza le risorse per intervenire sulla Fi-Pi-Li, anticipando con risorse proprie quelle che dovranno poi essere messe a disposizione dalla regione. Adesso però c’è l’urgenza che tutti gli enti dalla Regione ai Comuni si mettano ad un tavolo per condividere le soluzioni di prospettiva di una delle strade più trafficate è più importanti della Toscana, la principale dorsale che unisce l’area metropolitana con la costa”.

Per il consigliere del Centrodestra per il cambiamento Alessandro Scipioni i lavori sulla Fi-Pi-Li sono “necessari e improcrastinabili. Da parte dei revisori dei conti è intervenuto un parere con riserva su alcuni aspetti sui quali è opportuno un approfondimento”. Parere tecnico che però non costituisce un motivo per non approvare la delibera secondo  il consigliere di maggioranza Massimo Fratini. Di qui l’appello a tutte le forze politiche a non astenersi ma a approvare l’atto.
L’invito è stato accolto per il centrodestra dalla consigliera Cecilia Cappelletti (centrodestra) e per la lista dal consigliere Enrico Carpini (Territori Beni comuni), per il quale “l’approfondimento in commissione dovrà comunque riguardare anche l’esigenza pubblica della realizzazione degli interventi”. All’unanimità è passata anche una mozione avanzata dai consiglieri Enrico Carpini e Lorenzo Falchi di Territori Beni Comuni che fa presente come la situazione della Fi-Pi-Li  imponga un “adeguamento strutturale che prescinde dall’attuale emergenza”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »