energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festa della Repubblica, gli eventi a Firenze Cronaca

Firenze – Festa della Repubblica, Firenze festeggia con una serie di eventi. E’ avvenuta verso le 10 di questa mattina la tradizionale cerimonia dell’ alzabandiera in piazza dell’Unità a Firenze. Una piccola folla ha assistito alla cerimonia che ha visto anche  la deposizione della corona al monumento ai Caduti. Presenti il prefetto Luigi Varratta, che ha letto il messaggio del capo dello Stato Sergio Mattarella, e la presidente del parlamento degli studenti Kleoniki Valleri. Nel corso della cerimonia sono state conferite tre onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, di commendatore all’industriale Vittoriano Bitossi, di ufficiale al direttore generale del governo del territorio della Regione Toscana Maria Sargentini e di cavaliere a padre Vincenzo Di Blasio dell’istituto della Piccola Missione per i sordomuti.

Infine, sono state consegnate anche le medaglie d’onore a cinque ex internati nei campi di prigionia nazisti durante la seconda guerra mondiale (le onorificenze saranno tutte ritirate dai familiari dei decorati): Attilio Bavecchi, Angelo Donnini, Pericle Pelli, Domenico Rea e Antonio Signorini. Sempre in mattinata, alle 11,30 alla stazione di Firenze Santa Maria Novella si terrà il concerto  con la fanfara dell’Esercito. Alla cerimonia hanno dato adesione il viceministro ai trasporti e alle infrastrutture Riccardo Nencini e l’ad del Gruppo Fs italiane Michele Mario Elia.
2 giugno 2015 2Prima dell’alzabandiera, alle 8,  a Palazzo Vecchio, è stata esposta la bandiera nazionale ed europea ed è avvenuta deposizione di una corona di alloro alla lapide posta sulla facciata di Palazzo Vecchio, dettata da Piero Calamandrei.

Gli eventi proseguiranno nel pomeriggio e in serata, con la cerimonia dell’ammainabandiera alle 16,30 sempre in  Piazza dell’Unità Italiana, mentre alle 21 , all’Arengario di Palazzo Vecchio, si terrà il  concerto della Filarmonica “G. Rossini”.

La Festa della Repubblica è stata istituita il 2 giugno a ricordo del referendum che si tenne il 2 giugno del 1946, col quale il popolo italiano (anche le donne che votarono per la prima volta) venne chiamato a decidere sulla forma istituzionale del Paese, monarchia o repubblica. Un passaggio fondamentale col quale l’Italia cambiò il proprio assetto mandando in esilio una monarchia che si era compromessa pesantemente col fascismo. L’assemblea costituente venne eletta quello stesso giorno a suffragio universale. 

 


 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »