energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Fiorentina concede il bis e batte l’Udinese Sport

Firenze – Un corteo di tifosi a scortare la Fiorentina fino al Franchi, Kurt Hamrin che dopo anni ritorna in tribuna, Della Valle di nuovo presente,  stessa carica di tifo, stesso saluto alla voce del calcio storico, stessa  formazione iniziale di domenica scorsa contro il Chievo con Benassi, Biraghi e Chiesa pronti per l’azzurro e sotto gli occhi attenti di Mancini, stessa formula che aveva portato alla vendemmia di gol nell’esordio viola ma che almeno per il primo tempo non ha funzionato. Quando poi Pioli toglie il compassato Eysseric per Pjaca tutto torna a a meraviglia e per la Fiorentina arriva la seconda vittoria consecutiva. Sofferta ma meritata e lungamente applaudita da un Franchi compatto con la contestazione  rimandata a un’altra occasione.

La partita è piacevole   fin dall’inizio anche se con scarse conclusioni in porta. Perlomeno fino  al 21’ quando Chiesa parte dalla sua tre quarti e arriva in area avversaria nonostante le numerose cariche subite, la più energica delle quali punita da Giua al 24’ con un calcio di punizione battuto a fil di palo da Eysseric.  Poi è Biraghi al 28’ ad avere la palla giusta che però spara alto mentre al 44’ Gerson spedisce al lato.

L’Udinese non sta a guardare, cerca di controllare la gara senza eccessive pretese. Un equilibrio sostanziale che porta allo 0-0  alla fine del primo tempo.

Nella ripresa, fin dal 46’, dopo che il portiere francese si è fatto male in un’uscita scomposta alla fine del primo tempo,  Pioli è costretto a sostituire Lafont con Dragowski ma la squadra viola non subisce contraccolpi e al 53’ sfiora di testa il gol con Gerson su corner di Chiesa. Ora la pressione  è costante, Benassi ha una buona occasione al 58’ e l’Udinese  corre ai ripari con Teodorczyk per Pussetto. Sempre al 63’ Pjaca subentra a Eysseric ed il cambio conferisce alla Fiorentina maggiore incisività.

La squadra ha un altro passo, guadagna corner su corner, riesce ad alzare i ritmi e  quando Chiesa riparte in verticale e lancia con un bel pallonetto Benassi il gol arriva come una mannaia, come un fendente a fil di traversa, come la zampata dell’attuale capocannoniere della serie A.  È il 74’ e il Franchi esplode di gioa con Pioli  abbracciato dalla squadra e dal pubblico vicuno alla panchina. Pioli rinforza il centrocampo con Dabo per Gerson (non positiva la sua prova) a 8 minuti dalla fine ma nel finale è Chiesa impegnare Scuffet e a portare a casa una preziosa vittoria prima della sosta per gli impegni della nazionale.

Fiorentina – Udinese 1-0

FIORENTINA: Lafont, Milenkovic, Hugo, Pezzella, Biraghi, Fernandes Edimilson, Benassi, Gerson, Chiesa, Eysseric, Simeone. A disp. Ghidotti, Dragowski, Laurini, Ceccherini, Norgaard, Pjaca, Mirallas, Dabo, Hancko, Vlahovic, Diks, Thereau All. Pioli

UDINESE: Scuffet, Samir, Ekong, Fofana, De Paul, Behrami, Lasagna, Machis, Nuytinck, Stryger Larsen, Pussetto. A disp. Musso, Nicolas, Wague, Opoku, Pezzella, Vizeu, Ter Avest, Pontisso, D’Alessandro, Teodorczyk. All. Velazquez Arbitro Giua di Olbia Speytatori: 31009

Reti: al 74’ Benassi

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »