energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il 5 ottobre Sentinelle in Piedi in piazza ad Arezzo Notizie dalla toscana

Arezzo – L’autunno si preannuncia caldo per le Sentinelle in Piedi, la rete aconfessionale e apartitica che nell’ultimo anno ha portato in piazza migliaia di persone e che per il 5 ottobre ha organizzato una mobilitazione nazionale che interesserà cento piazze italiane.

Ad Arezzo, dopo il successo della veglia dello scorso maggio, l’appuntamento è per le ore 17.00, in Piazza Risorgimento, dove il movimento invita tutti a un’originale forma di protesta: in piedi, in silenzio e con un libro in mano, in difesa della libertà di espressione e del diritto di ogni bambino ad avere una mamma e un papà.

«Con la nostra veglia, in contemporanea su tutto il territorio nazionale – spiegano Kiara Tommasiello e Pasquale Speranza, portavoce locali del movimento – vogliamo riaffermare il primato della famiglia naturale, minacciata ormai da molteplici fronti: mentre nel dibattito politico si dà crescente credito a una minoranza che rivendica il diritto all’adozione per coppie dello stesso sesso, la fecondazione etereloga e l’utero in affitto – imposti a suon di sentenze e senza filtro democratico – si avviano a mercificare i corpi e la vita, trasformando i figli in un prodotto sul quale si rivendicano inesistenti diritti; al contempo, nelle scuole proseguono le campagne di educazione all’ideologia gender, negli uffici pubblici si certificano – senza leggi che lo consentano – matrimoni fra persone dello stesso sesso e dai documenti spariscono le parole “padre” e “madre”, sostituite da “genitore 1” e “genitore 2”. Riteniamo inaccettabile questa deriva e rivendichiamo il diritto di poter difendere la famiglia naturale e le future generazioni senza esser accusati di omofobia o, peggio, di finire incriminati per le nostre posizioni, come accadrebbe se il DDL Scalfarotto, ora in discussione alla Camera, si trasformasse in legge».

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »