energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Grillo a Firenze scatenato su Monti, Renzi e primarie Politica

Un Grillo d’attacco, quello che si è visto e sentito oggi a Firenze, dove è venuto a lanciare il “Firma Day”, per la raccolta delle firme per le lelezioni. “Monti? ”un curatore fallimentare – commenta convesrando con igiornalisti fiorentini –  se noi stiamo fuori, gioca una squadra sola, si impastano tutti con rigor-Montis. Le partite si giocano con due squadre. Puoi comprare l’arbitro e truccare la partita. Monti ha disintegrato il Paese – ci va giù duro – ma lo spread e’ perfetto, la Borsa ha preso ad andare al rialzo, non c’e’ mai stata un’asta dei Bot cosi’ positiva da quando ha annunciato le sue dimissioni”.

”Monti si e’ dimesso per il Corriere della Sera. Ha visto un articolo sul Corriere e si e’ dimesso. Ed e’ andato subito da Napolitano senza rivolgersi al Parlamento”, aggiunge ancora. In piazza Beccaria, lungo i viali di circonvallazione, in mattinata si e’ formata una lunga fila al gazebo M5S dove rappresentanti Idv e Sel hanno garantito l’autenticazione delle firme. L’appuntamento in piazza Beccaria angolo Borgo La Croce, dove viene sistemato il banchetto per la raccolta di firme del FirmaDay, ha visto in giornata una lunga fila di cittadini.

Non solo Monti, però. Anche su Renzi sono volati i commenti del politico genovese, che ha definito il sindaco di Firenze “Un attore con un programma politco di destra. Vale a dire? Incenritori, “cemento a iosa”, privatizzazioni, Tav. Per quanto poi riguarda le primarie del Pd, scatta la battuta sulle regole fatte giorno dopo giorno: “Potrebbero tenerle a Capodanno ….”. Polemiche sul periodo delle elezioni, “A febbraio non sono mai state fatte in Italia”, e infine l’annotazione: “Cambiano le regole perchè hanno paura”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »