energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

70mila euro per i bisognosi dalla Fondazione Pisa Società

Sono giunti 70mila euro dalla Fondazione Pisa alla Caritas Diocesana per sostenere le realtà che, sul territorio, aiutano le persone nel bisogno. Un aiuto diretto a tutte le attività, dalle mense per i poveri all'inserimento lavorativo degli ex detenuti, all'aiuto delle neo-mamme, alle necessità degli studenti stranieri.

Risorse che vanno a sostenere, con l'accordo dell'arcivescovo Giovanni Paolo Benotto, le mense dei poveri di Pisa, i Centri d'aiuto alla vita, i bisogni di sussistenza degli studenti stranieri, gli inserimenti lavorativi dei detenuti, i Centri d'ascolto delle Caritas parrocchiali che si occupano delle famiglie con reddito insufficente. Del resto, qualche dato illumina meglio la situazione: le mense dei poveri di Pisa, ad esempio, forniscono 100 pasti al giorno per un totale di più di 22 mila pasti solo nel 2012); i Centri d'aiuto alla vita accompagnano più di 200 mamme, nella sola Pisa, nel corso del primo anno di vita del proprio bambino, mentre sono stati circa 150 gli studenti stranieri incontrati nel 2012. 

''Ci piace dire che questo sia solo un primo modulo d'intervento – ha spiegato Claudio Pugelli, presidente della Fondazione Pisaperché continueremo anche in futuro con interventi sempre più mirati e non finalizzati alla sola assistenza, ma anche alla necessità di individuare forme di reinserimento lavorativo o di creare nuovo lavoro, magari attraverso la formula del microcredito''. 
''L'assistenza – ha aggiunto Benotto – da sola non basta. E questa collaborazione con la Fondazione Pisa serve proprio a fare di piu'. A lavoro dentro un percorso comune di condivisione per fronteggiare la crisi''.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »