energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Breve storia della fotografia

Pubblicato tra il settembre e l’ottobre del 1931 sulla rivista “Die literarische Welt” il saggio “Breve storia della fotografia” di Walter Benjamin arriva nella collana Le Occasioni, edita da Passigli, a cura di Sabrina Mori Carmignani, insieme ad altri due testi “Novità del mondo dei fiori” e “Lettera da Parigi” che arricchiscono le sue osservazioni sulla nuova e ormai “datata” arte della fotografia. Lo sguardo pionieristico con cui il filosofo tedesco traccia un bilancio di questa nuova forma d’arte colpisce per la sorprendente modernità ed arricchisce, con l’originalità che gli è propria, il suo pensiero legato al problema della “rappresentazione” che troverà espressione più completa nel suo “L’opera d’arte nell’epoca della riproducibilità tecnica”. Ascesa e declino della fotografia dal punto di vista cronologico ,ma non solo, dal dagherrotipo all’età dell’oro della fotografia, dal ritratto miniato a quello fotografico, dalla fotografia quale ausilio alla pittura, alla sua diffusione su scala industriale. Nel 1854 Eugène Disdéri brevetta una photo-carte de visite, una foto nel formato 6X9 che riportava sul retro i dati e le informazioni della persona ritratta, un carta da visita prodotta in quantità grazie a una fotocamera multiobiettivo che scattava più foto su una lastra. Nella fase iniziale di diffusione della fotografia “esisteva tra l’oggetto e la tecnica una sintonia tanto profonda quanto lo sarebbe stata la loro estraneità nel periodo del declino”. “Eppure – scrive Benjamin- il compito che impegnò maggiormente i fotografi dopo il 1880 fu proprio il tentativo di ricreare l’aura; quell’aura che obiettivi più luminosi capaci di rimuovere il buio avevano eliminato dall’immagine e che una progressiva degenerazione della borghesia imperialista aveva rimosso dalla realtà”. Ma più avanti l’autore spiega l’essenza dell’aura. ” Un singolare intreccio di spazio e di tempo: unica apparizione di una lontananza, per quanto vicina questa possa essere. Seguire con lo sguardo una catena di montagne all’orizzonte nella quiete di un mezzogiorno estivo, o un ramo che proietta la sua ombra su chi osserva, finchè l’attimo e l’ora non diventino compartecipi di quella apparizione”.

Titolo : Breve storia della fotografia
Autore : Walter Benjamin
Editore: Passigli
Pagg. 104
Euro: 9,00

Print Friendly, PDF & Email
Translate »