energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

L’universo, gli dei, gli uomini di Jean-Pierre Vernant

Firenze – Come tante piccole tessere di un mosaico antichissimo emergono briciole di miti, storie e protagonisti che hanno costellato la cultura classica della Grecia. Jean-Pierre Vernant, professore onorario al Collège de France e studioso di mitologia greca ha unito questi frammenti unendoli in un libro “L’universo, gli dei, gli uomini” Edizioni Einaudi, collana Super ET.

L’autore narra le storie come se fossero racconti notturni di un nonno al suo nipotino iniziando dalla Creazione del mondo, da Gaia, la Terra a Urano, il cielo. Lentamente, come un viaggio, si entra nell’universo divino, si compongono i protagonisti con il loro potere sugli uomini e sulla Terra, le gerarchie, le lotte fra gli dei, gli amori e gli eventi, frutto delle gesta eroiche di uomini, metà dei, come Achille, figlio della dea Teti e di Peleo. Achille sceglie di morire giovane e diventare un eroe immortale, invece dell’altra possibilità offerta dalla dea Teti, sua madre, di avere una vita lunga e senza gloria.

Gli uomini possono entrare in contatto con gli dei. “… attraverso il sacrificio, come quello compiuto da Prometeo macellando la bestia… La parte che spetta agli dèi sono le ossa bianche, ricoperte di grasso lucido, che salgono al cielo sotto forma di fumo. Agli uomini spetta il resto dell’animale che consumeranno sia grigliato, sia lessato”.

Nel libro i miti si succedono come concatenati, Prometeo, la nascita della dea dell’amore, Afrodite, la forza del padre di tutti gli dei dell’Olimpo, Zeus, dio del cielo e del tuono. Tra i miti classici per eccellenza un posto d’onore spetta alla guerra di Troia, gli eventi che hanno generato l’assedio alle mura della mitica città, i duelli mortali fra uomini invincibili rimasti nella memoria storica di un popolo e dell’intera cultura classica. Così dal pomo d’oro, come un filo invisibile, Paride compie ciò che era destino, seduce la bella Elena, la porta con sé e dà inizio alla irreversibile distruzione di Troia. Fu ridotta in cenere dall’astuzia di Ulisse, del suo famoso cavallo.

Ma sono sempre gli dei che decidono gli eventi degli uomini.

Per questo Ulisse compirà un lungo tragitto di venti anni, fra giganti divoratori di uomini, maghe e divinità marine, prima di fare ritorno alla sua dimora, dalla instancabile Penelope. Dopo Dioniso entriamo nella tragica vicenda di Edipo, “… l’uomo della ricerca, colui che interroga, indaga”;  fino alla competizione di Perseo “… che osò affrontare la Gorgone dallo sguardo che pietrifica”.

Presi per mano dalla penna coinvolgente di Vernant gettiamo uno sguardo dal nostro tempo in una visione primitiva del mondo, gremita di divinità, uomini coraggiosi, eroi immortali, sovrani e regine di città oggi sepolte o solo rovine. L’abile Vernant trascina il lettore in una galassia sconosciuta attraverso il suo modo elegante di esporre, con la grande dote di rendere comprensibile e chiara storie e personaggi della mitologia greca.

Nella parte finale lo scrittore ha inserito una mappa con i nomi delle divinità, degli dei e dei  luoghi per orientarsi in questo universo antico.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »